Windows Mixed Reality: quali sono i progetti di Microsoft? | Focus

mixed reality - military - windows lover

Ieri, in un evento dedicato, Microsoft ha messo in chiaro quali sono i prossimi passi per promuovere e diffondere Windows Mixed Reality.

Microsoft ha deciso di investire e scommettere sulla Mixed Reality, questa è la prima certezza. Alex Kipman lo ribadisce, dopo l’evento tenutosi il 3 ottobre a San Francisco, anche nel post riassuntivo pubblicato sul blog dell’azienda. Per chi non lo conoscesse, Kipman è colui che si cela dietro l’invenzione di HoloLens e prima ancora di Kinect; si tratta di una delle menti più brillanti presenti in Microsoft.

alex - kipman - hololens - windows lover

Realtà Mista, la prossima rivoluzione nell’informatica

Nel sopracitato articolo viene affermato che questa nuova tecnologia sarà finalmente quella in grado di superare le barriere che dividono il mondo “fisico”, ossia quello tangibile e che si può toccare con mano, e il mondo digitale, fatto di dati ed informazioni immateriali. Vengono usate proprio queste parole per rappresentare la simbiosi che si creerà tra realtà e virtuale:

“Siamo giunti alla soglia della prossima rivoluzione informatica. Un cambiamento che ci permetterà, utilizzando i computer (non intesi come pc ma più generalmente come apparecchi elettronici, ndr), di espandere le nostre capacità e trascendere tempo, spazio e dispositivi. Una rivoluzione in cui ci immergiamo in mondi virtuali che scegliamo noi e dove compiamo azioni altrimenti impossibili, dando origine a ricordi indelebili con le persone che amiamo.”

Kipman continua, soffermandosi su quali confini verranno superati:

“Il nostro senso di cosa sia possibile e cosa no sta per essere trasformato in quanto stiamo entrando nell’era della realtà mista. Abbiamo iniziato a vedere questa trasformazione muovere i primi passi e presto la vedremo in ogni aspetto della nostra vita. Con questa tecnologia, le nostre idee si muovo oltre i confini della carta, oltre i confini di uno schermo ed oltre i confini di ciò che si può descrivere. La barriera che esiste tra il mondo fisico e quello digitale presto scomparirà”.

Parole molto belle e piene di significato, ma pur sempre parole e da considerare come tali. Nonostante ciò i primi passi si iniziano a vedere per davvero.

mixed - reality - windows lover

Partire dalle fondamenta

Biosogna tenere conto, però, del fatto che l’inventore di HoloLens non abbia detto che i visori che dal 17 ottobre saranno disponibili all’acquisto -a breve parleremo anche di questo- guideranno questa rivoluzione. Essi infatti saranno le fondamenta di questo progetto che Microsoft tenterà di far evolvere fino a raggiungere la perfezione:

“Crediamo che dovremo migliorare i device odierni per raggiungere i nostri obbiettivi nella realtà mista. Fin da quando abbiamo introdotto per la prima volta il mondo a questa nuova realtà ci siamo impegnati ad approcciare questa rivoluzione pazientemente ed olisticamente”.

Il termine “olistico” viene inteso come “globale“, ossia che non prevede di concentrarsi su un singolo aspetto di un progetto per migliorarlo, ma di lavorare ad esso nel suo insieme, con una visione unita ed armonica. Si tratta di un lavoro interdisciplinare, che non si basa quindi solo sull’accoppiata visore-pc, ma che porta con sé studi in numerosi ambiti alcuni dei quali anche apparentemente scollegati dal mondo informatico.

Windows “casa” della rivoluzione

Kipman conclude quindi con quelli che saranno i prossimi passi, ribadendo come sia il “cuore” del sistema operativo di Redmond a permettere di far funzionare tutto questo.

“Vogliamo abbracciare per intero tutto quello che va dalla realtà aumentata a quella virtuale. Vogliamo costruire dispositivi innovatici e migliorare le tecnologie che li muovono, come HoloLens. Vogliamo creare una piattaforma unica che per le applicazioni e per i servizi a cui sono destinate. Windows rappresenta l’unico sistema operativo progettato per il più ampio insieme di metodi di input: da quelli tradizionali come tastiera e mouse, il touch, l’inchiostro digitale, gamepads e la nuova industria che prevede controller di movimento più naturali per gli esseri umani, come lo sguardo, la voce ed i gesti.”

Ultime novità software ed hardware

samsung- odyssey -windows lover

Non solo tante parole e progetti. A San Francisco sono state fatte anche presentazioni ed annunci molto interessanti.

Prima di tutto è stato mostrato un nuovo visore prodotto da Samsung chiamato Odyssey. Si tratta di un prodotto più costoso e dalle caratteristiche migliori rispetto a tutti quelli visti fino ad ora, ve ne abbiamo parlato qui.

Questo, assieme ai visori di Acer, ASUS, Dell, HP, Lenovo è ora disponibile al preordine, seppur non ufficialmente in Italia.

Infine, è stato annunciano l’arrivo della compatibilità con la piattaforma SteamVR in versione preview a partire dalle vacanze Natalizie e la disponibilità, a partire dal 17 Ottobre – in concomitanza con l’uscita di Windows 10 Fall Creators Update – di Halo: Recruit. Si tratta di una versione VR di Halo per gli appassionati della saga.

Conclusione

Sembra quindi che Microsoft stia davvero credendo ed investendo nella Windows Mixed Reality, in modo diverso da come ha fatto con altri progetti (qualcuno ha detto Windows Mobile? Ma non solo). Apple con ARKit e Google con AR-Core si stanno anche loro dando da fare: tutte le possibilità sono ancora verosimili, certo è fondamentale non sbagliare strategia e non rimanere indietro rispetto alla concorrenza. Uno dei punti chiave sarà la disponibilità di app, e per avere la certezza di ottenerla Microsoft deve riuscire a rendere disponibile questa tecnologia alle masse prima che sia troppo tardi e che tutto il mercato sia già in possesso dei competitors.

Voi, Lovers, cosa ne dite? Avete intenzione di acquistare uno di questi visori quando saranno disponibili nel nostro paese? Credete in questa nuova piattaforma, ma soprattutto credete nelle capacità di Microsoft di realizzarla?

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo