Windows Phone Lover incontra Juha Alakarhu, capo dell’Imaging Technology dei Lumia

Qui all’MWC i brividi non si contano solo in termini di device e di prodotti innovativi, ma anche e soprattutto in termini di incontri con le persone che hanno creato queste tecnologie. Noi di Windows Phone Lover abbiamo avuto l’onore di parlare personalmente con Juha Alakarhu, capo dell’Imaging Technology dei Lumia, nonché uno dei due inventori della tecnologia Pureview e di Lumia Camera.

Juha è stato davvero gentile e si è trattenuto con noi in un’amabile conversazione: abbiamo parlato ovviamente delle bellezze paesaggistiche e culturali dell’Italia e del freddo finlandese…
Dopo di che l’abbiamo salutato e siamo andati via.

Ci avevate creduto?
Durante la chiacchierata, Juha ci ha mostrato con orgoglio i miglioramenti sostanziosi e le feature innovative portati da Lumia Camera 5, come l’avvio più rapido, le capacità dei nuovi algoritmi di imaging per migliorare la qualità delle immagini, il flash e l’HDR dinamici e la messa a fuoco manuale anche durante l’acquisizione di video (funzioni che conosciamo, ma spiegate dal loro ideatore fanno tutt’un altro effetto!).
Juha si è detto anche davvero soddisfatto del lavoro di Microsoft con i nuovi Lumia e in particolare del Lumia 640 XL, con il quale specifiche hardware viste prima d’ora solo su dispositivi high end sono state portate su una fascia medio-bassa: basti pensare alla fotocamera da 13 megapixel con ottica Carl Zeiss, che può sfruttare tutti i benefici di Lumia Camera 5. Lui stesso ha detto che molto probabilmente questo sarà il suo prossimo smartphone: un parere più autorevole non potevamo darvela.

Per la cronaca, abbiamo cercato di scucirgli anche qualche dettaglio sulla possibile uscita di un cameraphone successore del Lumia 1020, ma non c’è stato verso di fargli vuotare il sacco: in fin dei conti si tratta di segreti aziendali e i dipendenti a tutti i livelli sono tenuti allo stretto riserbo.
Ci tocca attendere ancora qualche mese e tutte le nostre curiosità saranno soddisfatte.

Tuttavia una rivelazione, per noi molto più consistente, possiamo farvela già da ora: Juha ha scaricato con entusiasmo la nostra applicazione e si è detto curioso di leggerci anche in inglese.
Non potremmo essere più felici.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Con la passione per la scrittura e maniaco di tecnologia, un esploratore dei recessi della comunicazione e dei suoi mezzi: un Indiana Jones dell'era digitale