Windows Phone: market share in calo. Quali sono le cause?

Anche questo mese non giungono buone notizie da Kantar. Windows Phone ha visto un ulteriore calo del proprio market share se confrontiamo i dati attuali rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Prendendo in esame le percentuali di novembre, possiamo osservare il segno “-” un po’ ovunque. Bilancio negativo per USA (-1.6%), China (-2.1%), Inghilterra (-3.6%), Francia (-3.1%), Spagna (-0.3%) e Italia (-3.3%); positivo invece solo per Germania (+1.4%), Australia (+1.1%) e Giappone (+0.4%).

kantar-November-2014

Anche prendendo in esame il mese precedente e facendo un confronto con quello attuale la situazione non risulta comunque delle più rosee. A cosa si deve imputare questo calo generale? Da un lato abbiamo Windows 10, di cui si sa poco o nulla per quanto riguarda la piattaforma mobile che, se da un lato incuriosisce gli appassionati, dall’altro li scoraggia a cambiare device dato tutti i dispositivi Windows Phone 8 saranno aggiornati a tale release (rendendo perciò non necessario un cambio di smartphone a breve termine e, in un segmento di mercato in cui l’acquisto da parte dei fan costituisce ancora un elemento importante, il mancato turnover si fa sentire).

Dall’altro abbiamo invece la mancanza di device di fascia alta che possano sia favorire il già citato turnover (quanti di noi con Lumia 920, Lumia 925 e Lumia 1020 si tengono ancora stretti i propri terminali in attesa di qualcosa come un ipotetico Lumia 1030?) sia dare risalto all’immagine di Windows Phone (ma prima di Windows 10 è difficile che ne escano). In questo settore il marketing è un elemento fondamentale per le vendite e una punta di diamante nella gamma non può che far parlare della gamma stessa e fornirle un qualche prestigio agli occhi del pubblico (anche di Samsung ne escono vari ogni anno, ma guardacaso i modelli Galaxy S e Note sono quelli che fanno parlare di più dell’azienda produttrice, gonfiandone il fatturato sia direttamente che indirettamente).

10636773_1520695638181062_2341369952023926076_o

A questi c’è ovviamente da aggiungere una mancanza di innovazione, che in un settore ormai saturo del mercato si mostra spesso come discriminante tra il successo e l’insuccesso di un device, soprattutto a fronte di uno store ancora un po’ scarno (sarebbe cambiato qualcosa se fosse uscito Lumia McLaren? Chi può dirlo…). Naturalmente si potrebbero contestare queste mie parole e dire che non è vero che manchino device Top… C’è sempre Lumia 930, no? Certo è un buon terminale (e a me piace parecchio), ma non basta. Cos’ha di veramente innovativo? Nulla. È di fatto un Lumia Icon dell’anno scorso esportato qualche mese più tardi in Europa con equipaggiato Lumia Cyan di serie: né più, né meno. Un Lumia 1520 castrato sotto alcuni punti di vista (batteria, glance, microSD, ecc…), ma dalle dimensioni più contenute che sembra non aver incisivamente colpito il mercato globale.

Non è da sottovalutare infine una perdita di fiducia nei confronti di Microsoft da parte dei fan, che vedono a volte l’azienda troppo concentrata sull’espansione dei propri servizi e poco sull’espansione di Windows Phone (si ricordi a tal proposito il rilascio di un pacchetto Office completo per la concorrenza a fronte di una versione incompleta per Windows Phone che si trascina tale e quale da diverso tempo). Si respira insomma troppo spesso l’aria di una beta costante e di promesse non di rado non mantenute o rimandate.

officeverywhere-infographic-2-984x1024

Ci salverà il Natale? I dati in questo senso sembrano essere rincuoranti, forti sia del trend del 2013, sia delle recenti news che vedono i device Lumia al terzo posto nelle vendite nella settimana natalizia, ma solo le nuove percentuali di Kantar o un rapporto ufficiale di Microsoft potranno darcene conferma il mese prossimo.

Voi cosa ne pensate? Im attesa di Windows 10 cosa dovrebbe fare Microsoft per spingere le vendite?

FONTE Informazioni: WMPoweruser

ORIGINE Informazioni: Kantar

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Francesco

    Accelerare con il rilascio di aggiornamenti, rilascio di app importanti, ed ovviamente ha sbagliato a rilasciare Office per gli altri device dato che toglie un importante punto a favore che aveva WP.
    Fatti, non stronzate .

  • lore_rock

    Microsoft deve concretizzare l’interesse per i lumia con un bel top gamma e un software convincente. Deve creare un lumia sulla falsa riga del surface pro 3, che faccia un po’ da portabandiera (il 930 non basta, lo divo da possessore), qualcosa che si giustifichi da solo e che non siano gli altri a dover giustificare nel bene o nel male.
    Molta della colpa va data a iphone, basta pensare che pure un colosso come Samsung ha venduto un quinto rispetto a Apple…su Android solo i cinesi stanno facendo i numeri grazie a brand come xiaomi.
    Microsoft deve coinvolgere piu brand e non sottovalutare partnership strategiche come un meizu, xiaomi o mediacom per i processori.
    Si sa che questa é una situazione difficile, con iphone 6 alle porte e w10 ancora lontano…
    Certo che Microsoft ha anche le sue colpe non facendo esclusive degne di nota e (con sarcasmo) per non aver reso i lumia serie x20 ,e di conseguenza i successivi, obsoleti.
    Fate un bel 940 (1030 lo ingloberei in questo) e un 1540 per duellare con il note e saremo piu contenti

  • M_90® ????⚡??

    MS deve continuare a lavorare sodo senza fretta, guardare le statistiche serve a poco perché apple ha ancora tanto fascino e i terminali android si vendono tu tante fasce di prezzo andando a competere con Wp.

  • Hankel

    concordo
    la mancanza di un top di gamma da qui ai prossimi 6 mesi si farà sentire, la transizione da windows 8.1 a 10 altrettanto
    Microsoft in ambito mobile è indietro (senza stare a discutere sul SO, guardiamo soltanto le quote di mercato), e per recuperare deve necessariamente correre più dei capolista

  • Nicol F.

    Non é top di gamma nella tests della genre c’é solo Android lasciando da parte Apple
    Sviluppano solo per questi due I nuovi progetti e quelli vecchi tardano ad arrivare
    Se poi nella testa del venditore che consiglia c’è solo Android. Office non é il problema. Prima o dopo l’utente ha bisogno di App. Es Poste Italiane non ha App per Windows Phone e un utente se deve cambiare telefono. ed ha il conto alle Poste prende Android. Es. Repubblica non ha la happ per i Giornali (La nazione Ecc..) per chi ha l’abbonamento elettronico. Per non parlare della pubblicità che mi sembra invogli poco a prendere un telefono Windows Phone. Se ne vede poca in giro.
    Alle ti invoglia a comprare anche se non ha niente di innovativo.. Tanti sai che le App le trovi…

    • Per assurdo ci sono tante banche etc. che hanno app per Windows Phone in paesi in cui lo share è bassissimo e non in Italia in cui comunque c’è il 13% (alcuni mesi di più, altri mesi meno). Se una società come la King non rilascia tutti i suoi giochi per WP è comprensibile: Candy Crash l’ha rilasciata, ma tutte le alte no. Si tratta di un gioco su scala mondiale, che mira ad essere scaricato in tutto il mondo. Quindi si tratta del 3-4% di utenti Windows Phone in confronto al 70% di Android. Ma Poste Italiane (che tra l’altro vende i Lumia con Poste Mobile) non ha aspirazioni mondiali. Già in Svizzera a nessuno gliene importa nulla della sua cavolo di PosteMobile o BancoPosta. Ergo, lei non deve guardare che Windows Phone ha una diffusione del 3-4%, ma del 13-14% in Italia, l’unico paese dove la sua app può essere scaricata… Repubblica ha l’app per Windows Phone e l’abbonamento, comunque, vale anche per la versione mobile del sito. Ma effettivamente segue il ragionamento delle altre. Microsoft, inoltre, è un’azienda che tende a stringere accordi commerciali soprattutto nel suo paese o con altre aziende del settore (Dropbox). In Italia prende poche iniziative (McDonald’s Italia ad esempio) ma dovrebbe concentrarsi di più sulle app per servizi… busserei alla porta di Poste Italiane e gli direi: vi mettiamo a disposizione i nostri sviluppatori, oppure: fate l’app e vi diamo i 930 da vendere a poco prezzo o con abbonamento Poste Mobile… e così via… car2go etc. Ma io penso sempre che la situazione di oggi è già un miracolo! Novembre non è andato bene? C’è da tener conto anche che a Novembre si comprano meno telefoni e c’è stato il boom di iPhone 6 (di gente che se l’è comprato di tasca propria). Dicembre magari meno iPhone 6 ma più Lumia (dato che è il mese dei regali e nessuno spende 900€ per un regalo). Le app che stanno arrivando, che sono arrivate etc. sono cose che fino a un anno fa gli utenti Windows Phone non ci speravano neanche… parliamo di un OS nato tardi e migliorato tardissimo che, nonostante tutto, si sta facendo strada tra i giganti, che inizia a far parlare di sé, che anche la gente normale, nel bene o nel male, conosce. La gente non sa cosa sia un LG G3, ma sa cos’è Samsung o iPhone e ora Lumia (o Lumnia, o il Nokia, a seconda di quanti anni ha il singolo soggetto).