Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Dai un’occhiata al nuovissimo razzo gigante della NASA, che ora è assemblato

L’agenzia spaziale statunitense lo scorso venerdì lo ha chiamato il suo nuovo sistema di lancio spaziale di razzi giganti. Nei prossimi anni, l’SLS aiuterà la NASA a rimandare gli astronauti sulla luna e un giorno a raggiungere Marte.

La società statunitense ha rilasciato la prima immagine del suo sistema di lancio di razzi al Kennedy Space Center (Florida) lo scorso fine settimana. Il blocco centrale, circondato dai suoi due razzi booster, è alto 65 metri e pesa 85 tonnellate.

98 metri, 2.600 tonnellate

Tuttavia, affinché il razzo sia completo, la NASA dovrebbe aggiungere molti altri componenti, inclusa la capsula Orion, che verrebbe utilizzata per inviare gli astronauti nello spazio. Una volta completato, misurerà un’altezza di circa 98 metri per un peso al decollo di oltre 2.600 tonnellate.

Fonte: NASA

Il razzo SLS è il missile più potente costruito dalla NASA dagli anni ’60 e il famoso Saturn V delle missioni lunari Apollo. Può portare circa 60.000 libbre (oltre 27 tonnellate) nell’orbita lunare. Il primo lancio è previsto per l’autunno.

Modulare

Nell’ambito del progetto Artemis, gli astronauti saranno inviati sulla luna entro il 2024 per costruirvi una base lunare, per poi procedere all’esplorazione di Marte, dove Giove, e persino Saturno, renderanno possibile il robot.

Molti di questi obiettivi ambiziosi hanno portato la NASA a progettare l’SLS come un motore modulare. Come mostrato nel diagramma sottostante, alla fine verranno create diverse versioni del launcher, ognuna con le proprie caratteristiche e capacità specifiche. La versione assemblata in Florida venerdì scorso si chiama “Black 1”. Il più potente, “Black 2” sarà in grado di inviare carichi di oltre 45 tonnellate sulla luna.

Fonte: NASA

Leggi anche:

READ  Risultati finanziari, liquori e inseguimento "Lazo morto"