Settembre 28, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Facebook Panic: gli utenti rifiutano il monitoraggio degli annunci

Il social network è alla ricerca di soluzioni per ridurre l’impatto dell’attività di anti-sorveglianza sul proprio business.

Con iOS 14.5, Apple ha introdotto una funzionalità che rafforza la privacy degli utenti: l’anti-tracking. Quest’ultimo consente agli utenti di controllare la quantità di dati raccolti dagli inserzionisti. Quando l’opzione è abilitata, gli annunci visualizzati non saranno più targetizzati. Questo è un bene per i consumatori, ma non per gli inserzionisti e le aziende come modello di business basato sulle vendite dei dati raccolti sugli utenti.

Questo è particolarmente vero per Facebook, che è stato mobilitato per impedire l’introduzione di questa funzione. Possiamo dire che il social networking è la cosa giusta di cui preoccuparsi. Secondo un recente rapporto di Analytical Company Branch – Viewer Bloomberg – Il 75% degli utenti iOS ha disabilitato il monitoraggio degli annunci, falciando così l’erba ai piedi di Facebook.

La società di Mark Zuckerberg ha vissuto male la scelta della maggioranza, in particolare Facebook, poiché non può più fornire ai suoi inserzionisti alcune informazioni importanti, inclusa la percentuale di successo della loro pubblicità. I marchi che hanno pubblicato campagne pubblicitarie su Facebook potrebbero non sapere quanto bene hanno lavorato e spingere i clienti ad acquistare. Quindi il social network si ritrova senza statistiche per vendere spazi pubblicitari agli inserzionisti, il che ovviamente non va bene.

Si dice che l’azienda di Mark Zuckerberg stia cercando soluzioni per contrastare questo problema e risalire la china. Facebook è già al lavoro”Nuove funzionalità pubblicitarie che richiedono meno dati per misurare il successo di un annuncio”.

La politica di Apple impedisce alle aziende di utilizzare i propri budget pubblicitari in modo efficace ed efficiente e le restrizioni create sono causate dal controllo di Apple sui propri interessi.Lo ha detto un portavoce di Facebook. “Ci auguriamo che la pubblicità personalizzata e la privacy degli utenti coesistano.

READ  Corona virus: una media di trenta pazienti vengono ricoverati in ospedale ogni giorno