#Focus: Snapchat (non) mi dispiace, ma #ioStoConRudyHuyn

Mi sono espresso più volte sulla questione, ma ad ogni occasione non riesco a starmene zitto. Mi sto riferendo all’Odissea di Rudy Huyn e Snapchat, Inc. .

Rudy Huyn ha bisogno di poche presentazioni: si tratta di uno degli sviluppatori più attivi sul panorama Windows Phone. Dove manca un client ufficiale è probabile ce ne sia uno di terze parti ben realizzato da questo developer e ne sono un esempio i vari 6tag, Cloudsix, 6sec, ecc… che riescono (o riuscivano dato che progressivamente lo Store si è popolato delle loro versioni ufficiali) a sostituirsi egregiamente agli originali presenti su iOS e Android.

SnapchatRudyHuyn-ListaApp

Cos’è successo? L’azienda che si occupa dello sviluppo di Snapchat, nota app di messaggistica per scambiarsi testi, immagini, video in modo “segreto e temporaneo”, pare abbia deciso per l’ennesima volta di “mettere i bastoni tra le ruote” a Huyn. Quest’ultimo aveva recentemente pubblicato 6discover, app di terze parti in grado di far accedere ai contenuti del servizio “Discover” di Snapchat, Inc. anche noi utenti Windows Phone. I legali della compagnia hanno infatti ordinato la rimozione immediata di questa applicazione dal Windows Phone Store. Il motivo? Violazione di Copyright.

CDoVHEWXIAEjQFB

Premetto che non sono un utilizzatore né del servizio Discover, né di Snapchat, ma mi sono sentito comunque in dovere di scrivere un focus riguardo a questa vicenda poiché per me rientra in quel fascicolo nominato “Follia Pura”, ben riposto sulla mia scrivania. Ora dico: capisco e comprendo azioni del genere quando qualcuno danneggia il tuo business o la sicurezza del tuo sistema, ma qui si tratta di una app di cui manca la versione ufficiale e che non richiede nessuna autenticazione per l’utilizzo!

Ma c’è di più… Huyn avrebbe anche rassicurato l’azienda sotto il profilo della sicurezza, proponendo una collaborazione per far confluire il traffico generato da 6discover all’interno delle statistiche ufficiali del servizio, così da garantire una corretta monetizzazione e rilevanza per quest’ultimo. E Snapchat, Inc. cos’ha fatto? Ha chiuso le orecchie e gli occhi e si è messa a gridare in un angolo, come fanno i bambini viziati quando fanno i capricci.

SnapchatRudyHuyn-Tweet1

Ma è professionalità questa? È amore per il proprio lavoro e per i propri utenti? No, è miopia. La miopia di una compagnia che sembra quasi voler boicottare Windows Phone (e sottolineo “sembra”, non sto accusando nessuno). Voglio dire: ti offro l’accesso gratuito alla mia app, non devi neanche svilupparla perché è già pronta e tu rifiuti l’offerta senza proporre agli utenti una tua versione ufficiale? Con che coraggio ti poni in pubblico come un’azienda seria?

SnapchatRudyHuyn-Tweet2D’altronde non c’è da stupirsi: anche con la app Snapchat era successa la stessa cosa. Inizialmente era giustificabile (la motivazione era la “sicurezza”), ma quando Rudy Huyn propose a Snapchat, Inc. di fornirle gratuitamente 6snap (il suo client non ufficiale) affinché fosse pubblicata da loro e fosse disponibile per noi utenti Windows Phone e lei si rifiutò, mi caddero le braccia (trovate QUI il mio focus sull’argomento).

Rudy6discover-FinalLogo

Cosa fare quindi? Seguire il consiglio di Huyn. Cancelliamo Snapchat dal nostro repertorio e spingiamo tutti ad usare un’alternativa che già esiste ed è disponibile anche su iOS e Android. Si tratta di Cyber Dust, di cui trovate il link al download al termine di questo articolo. Snapchat (non) mi dispiace, ma #ioStoConRudyHuyn.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates