Ottobre 16, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Gli astronauti europei simulano la vita su Marte nel deserto israeliano

In un abisso profondo 500 metri nella distesa ocra del deserto del Negev, gli astronauti avanzarono con passo pesante muniti delle loro tute. Lo scopo del loro lavoro? Simula le condizioni di vita su Marte nel sud di Israele.

In questa disposizione unica di Maktesh Ramon, il più grande cratere erosivo del mondo, lungo 40 km, è stato allestito dall’Austrian Space Forum (OEWF) in associazione con l’agenzia spaziale israeliana “Mars Base”. La loro missione Amethyst-20 era inizialmente prevista per l’anno scorso, ma è stata posticipata di un anno a causa dell’epidemia di Kovit-19.

I colori arancioni del cratere, del deserto roccioso e dell’orizzonte si avvicinano al paesaggio marziano, leggero e freddo. “Qui abbiamo una temperatura di 25-30 gradi, su Marte ci sono meno 60 gradi Celsius e l’atmosfera è respirabile”, spiega l’austriaco Jernad Groomer, che sovrintende al lavoro.

Quasi un mese e fino alla fine di ottobre, sei “Astronauti simili” L’espressione usata per descrivere le persone che riproducono sulla Terra le condizioni di un lungo viaggio nello spazio — originari di Portogallo, Spagna, Germania, Paesi Bassi, Austria e Israele e scollegati dal mondo. “Stazione di Marte”. E possono uscirne solo con una tuta spaziale come se fossero sul Pianeta Rosso.

“Questo è un sogno divenuto realtà”, Raves Alone Tensor, astronauta israeliano di 36 anni. “Lavoriamo da molti anni e sono molto felice di essere qui”., Dice all’AFP. Durante la cerimonia di apertura della stazione di domenica, Allen ha indossato il suo completo: la sua tuta argentata pesa circa 50 kg e dice che ci vogliono dalle due alle tre ore.

“Matrimonio” con Marte

READ  WhatsApp: finalmente puoi trasferire le tue chat da un brand a un altro smartphone

La “squadra” si è offerta volontaria. Ma hanno dovuto superare molti test fisici e psicologici per partecipare a questo lavoro e per eseguire tutta la serie di test.

“Quando ero bambino mio padre mi portò al Museo dello Spazio, collezionava aerei e quando ho sentito che il forum stava cercando astronauti simili mi sono detto che avrei dovuto fare domanda”., Dice la tedesca Anika Mehlis, l’unica donna del gruppo.

L’Austrian Space Forum, organizzazione privata che riunisce gli astronauti, ha già organizzato 12 missioni simili in giro per il mondo, l’ultima delle quali è stata Amadi-18, tre anni fa nel Sultanato dell’Oman. Questo metodo, in collaborazione con il centro di ricerca israeliano D-MARS, ha creato una piattaforma poligonale a energia solare.

All’interno, lo Spartan è comodo con una piccola cucina e letti punk perché la maggior parte dello spazio è riservato agli esperimenti scientifici. Poiché l’agenzia spaziale statunitense, la NASA, pianifica la prima missione con equipaggio su Marte negli anni 2030, i loro risultati un giorno saranno essenziali.

Rischio di contaminazione microbica

Durante il mese di ricostruzione di Marte sulla Terra, gli astronauti analogici testeranno un prototipo di drone che opera senza GPS e mapperà il territorio di veicoli autonomi alimentati da energia eolica e solare.

Una microbiologa addestrata, Anika Mehlis, valuterà il potenziale di contaminazione microbica, che potrebbe significare l’introduzione di batteri terrestri su Marte con il rischio di rimuovere qualsiasi forma di vita lì. “Sarà un grosso problema”, Tocca una delle sfide chiave nella cattura dello spazio.

Oltre a testare attrezzature e tecnologie, la missione mira anche a studiare l’impatto del comportamento umano e l’isolamento degli astronauti in particolare.

READ  God of War: Ragnarok aggiornato a causa del giudice Christopher

“La stabilità del team e la capacità di lavorare insieme sono importanti per la sopravvivenza su Marte”., afferma il supervisore Jernad Groomer. “Puoi lasciarlo a un matrimonio tranne che a un matrimonio, non puoi su Marte.”, grida.

“Quello che stiamo facendo qui è prepararci per il più grande viaggio che la nostra comunità abbia mai fatto. Marte e la Terra si trovano nei luoghi più intensi a una distanza di 380 milioni di chilometri”., Lui continua. Sig. Il groomer è irremovibile: “Il primo uomo a camminare su Marte è già nato”.