Dicembre 7, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Gli astronomi si interrogano su uno strano “oggetto” trovato nella Via Lattea

Gli astronomi si interrogano su qualcosa di strano "Materia" Trovato nella Via Lattea


Gli astronomi hanno familiarità con i corpi celesti che emettono onde elettromagnetiche regolari ma hanno “periodi” molto brevi.

Notizie fotografiche (Descrizione)

Gli astronomi australiani hanno scoperto una strana stella nella Via Lattea che emette tassi di radiazione elettromagnetica insolitamente lunghi: questa scoperta apre la strada a un nuovo campo di osservazione del cielo.

Gli astronomi australiani hanno annunciato questa settimana sulla rivista Nature che rileveranno un “oggetto” (stella) a circa 4.000 anni luce dalla Terra, che emette un forte segnale radio ogni 18,18 minuti. Insolitamente lungo, non ancora notato. Ismail Cognard, radioastronomo del Centro nazionale francese per la ricerca scientifica (CNRS), osserva casualmente che “questo è un oggetto straordinario”.

Gli astronomi hanno familiarità con i corpi celesti che emettono onde elettromagnetiche regolari ma hanno “periodi” molto brevi.

In gran numero, le pulsar – un tipo di stella di neutroni altamente compatta – ruotano ad alta velocità, emettendo radiazioni regolari che vanno da pochi millisecondi a pochi secondi. Un’altra “specie” di stella di neutroni, molto rara, magnete, arriva fino a dieci secondi.

Il team, guidato da Natasha Hurley-Walker della Curtin University in Australia, ha avuto l’idea di estrarre i dati raccolti da un gigantesco radiotelescopio a bassa frequenza nell’outback australiano, Murchison. Cerca oggetti come questo e cerca i segnali emessi più a lungo del solito.

È stato un giovane dottorando che ha dato il via a questo progetto… ha inventato questo “oggetto”.

Fabian Schussler, astrofisico dell’Agenzia per l’energia atomica dell’Afp, sottolinea che si tratta di un processo difficile “perché è tecnicamente molto difficile e troppo costoso in termini di calcolo”. I radiotelescopi generano un’ampia varietà di dati che richiedono algoritmi e potenza di calcolo elevati per ottenere risultati.

READ  40 La migliore trapunta invernale singola del 2022 - Non acquistare una trapunta invernale singola finché non leggi QUESTO!

“Questo è un ottimo esempio di scoperta che avviene quando si cerca lo spazio con parametri inesplorati”, afferma Fabian Schussler. In altre parole, quando vediamo che non ci sono abitudini o metodi per farlo.

La caccia è iniziata

L’esistenza di questo oggetto è stata prevista dalla teoria, osserva l’astronoma Natasha Hurley-Walker. È un magnete di lunghissima durata, una specie di stella di neutroni che ruota molto lentamente.

Secondo Fabian Schussler si tratta di un’ipotesi “possibile” perché “sappiamo che la rotazione di una stella di neutroni è lenta quando è viva”. Ruota lentamente e lentamente come una trottola.

Questo causa un altro problema. “Non dovrebbe esserci abbastanza energia per generare questi tipi di onde radio ogni 18 minuti”, ha osservato l’astronomo australiano.

Tuttavia, la sua emissione è così brillante che “non si adatta a un oggetto che si muove lentamente, quindi deve avere un’emissione molto debole, non rilevabile”, afferma l’astronomo dell’Autorità per l’energia atomica.

All’inizio del 2018, il segnale è stato registrato in un periodo di tre mesi. L’oggetto non scompare, anche se il suo segnale non viene rilevato.

Ismail Cognard del CNRS si basa su una teoria per illustrare la forza delle emissioni registrate: “Alcuni magneti hanno periodi di emissione molto luminosi.

L’oggetto misterioso scoperto è ancora lì? “Sì!” L’astronomo risponde. È diventato impercettibile, ma la caccia continua per trovare i suoi alleati.