Luglio 4, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Hacker, infermieri e Arnold: dentro la lotta per ottenere informazioni sulla guerra in Ucraina per i russi

Hacker, infermieri e Arnold: dentro la lotta per ottenere informazioni sulla guerra in Ucraina per i russi

Il Dipartimento di Stato ha creato un account su Telegram, un’app di messaggistica popolare tra i russi, quattro giorni dopo la guerra in Ucraina in cui è diventato evidente che Washington stava perdendo l’opportunità di interagire con i russi, ha detto alla CNN un alto funzionario del Dipartimento di Stato.

Una serie di post sull’account in lingua russa ha amplificato le denunce della guerra del presidente Joe Biden e ha messo in guardia i russi sulla macchina della propaganda russa.

“Molto prima che il Cremlino lanciasse la sua massiccia invasione dell’Ucraina, ha intensificato la sua campagna di disinformazione e censura dei media indipendenti e continua a farlo anche durante la guerra di aggressione”, ha affermato giovedì il ministero nel suo account Telegram.

La gestione russa dell’account Telegram del Dipartimento di Stato finora sembra essere piuttosto modesto: l’account aveva 1.911 abbonati a venerdì pomeriggio, ora di Mosca, e la popolazione totale del paese è di circa 142 milioni.

Gli analisti affermano che è improbabile che qualsiasi piattaforma o campagna di messaggistica penetri in modo significativo nel pubblico russo. Ma l’obiettivo comune di un gruppo di attori che cercano di sfondare la cortina di ferro digitale è eliminare, cumulativamente, il sostegno pubblico russo alla guerra e il morale dei soldati russi.

Il Dipartimento di Stato ha anche un account sulla piattaforma di messaggistica russa VK, ha creato un sito Web per confutare la disinformazione russa nelle ultime settimane e ha lavorato per attirare funzionari statunitensi sulle piattaforme di trasmissione in lingua russa, ha affermato il funzionario.

Non un “proiettile d’argento”

“Niente di tutto questo è una pallottola d’argento”, ha detto il funzionario del Dipartimento di Stato, riconoscendo il formidabile muro di censura della Russia, che accesso vietato Su Twitter e Facebook.

Ma alcuni critici hanno sottolineato che il governo degli Stati Uniti deve fare di più e cercare di emulare i massicci sforzi di propaganda della Guerra Fredda quando risorse significative sono state dedicate alla diffusione di messaggi al popolo sovietico.

READ  “Pericolosa preoccupazione” con l'Ucraina per la centrale nucleare di Zaporizhzhia su commessa russa | Ucraina

Le autorità russe hanno arrestato migliaia di persone che protestavano contro la guerra in Ucraina. Il giornalista della TV di stato russa che lunedì ha interrotto una trasmissione di notizie in diretta con un cartello che diceva “No alla guerra” è stato arrestato e multato di $ 270, ma potrebbe comunque rischiare la reclusione.

“Questo è un vero tallone d’Achille per Putin”, ha detto alla Galileus Web James Clapper, che è stato direttore dell’intelligence nazionale del presidente Barack Obama. Ha affermato che il governo degli Stati Uniti dovrebbe utilizzare qualsiasi piattaforma di social media disponibile per portare foto di soldati russi morti e prigionieri di guerra ai cittadini russi.

Diversi prigionieri di guerra russi sono apparsi in conferenze stampa tenute dalle autorità ucraine. Questa potrebbe essere una pratica discutibile ai sensi della Convenzione di Ginevra, che vieta agli stati di causare umiliazioni non necessarie ai prigionieri di guerra.

Chiamate con zoom, video grafici e mass media: come Zelensky incontra gli americani ovunque si trovino

“Questo genere di cose si presta ad azioni segrete da parte del governo degli Stati Uniti”, ha detto Clapper. “Mi fido e spero di fare qualcosa in questo senso”.

I servizi di intelligence statunitensi monitorano da vicino l’opinione pubblica in Russia, ma non è chiaro se sia in corso un piano per condurre qualsiasi forma di operazione di informazione riservata.

“Stiamo osservando cosa sta succedendo in Russia”, ha detto una fonte occidentale che ha familiarità con l’intelligence, aggiungendo che non era ancora chiaro se l’opinione pubblica stesse rompendo con la guerra o contro di essa.

Ci sono modi meno ambigui per sostenere il libero flusso di informazioni in Russia.

Alina Polyakova, capo del Centro no-profit per l’analisi delle politiche europee, ha affermato che l’account Telegram del ministero degli Esteri è stato “un passo nella giusta direzione, ma francamente non abbastanza creativo”.

Polyakova, cresciuta a Kiev negli anni ’80, ha affermato che i russi oggi non sembrano fidarsi dei media occidentali o dei funzionari governativi come fonti di informazione come facevano negli ultimi giorni della Guerra Fredda.

READ  Trump News - Mubasher: l'ex consigliere per la sicurezza nazionale dell'ex presidente si rivolta contro di lui a causa del commento "geniale" di Putin

“Dobbiamo davvero essere più creativi nel pensare a chi siano i messaggeri appropriati”, ha aggiunto, riferendosi a diversi giornalisti che sono fuggiti dalla Russia nelle ultime settimane quando il Cremlino ha criminalizzato i reportage indipendenti sulla guerra in Ucraina.

Polyakova ha affermato che i governi occidentali e le organizzazioni di beneficenza ora hanno una “grande opportunità” per supportare questi giornalisti poiché è probabile che continueranno a riferire dall’estero e a raggiungere il pubblico russo che si fida di loro.

Dobbiamo portare loro vere notizie

Mentre il Dipartimento di Stato invia messaggi accuratamente formulati ai cittadini russi, un gruppo di hacker volontari dall’Ucraina e oltre sta diventando sempre più conflittuale.

Il cosiddetto esercito informatico ucraino, che Kiev incoraggia attivamente, ha svolto ricerche per hackerare siti di notizie russi e diffondere informazioni sulle perdite russe in Ucraina, secondo Igor Oshev, un dirigente ucraino della sicurezza informatica che ha affermato di aver contribuito a organizzare il gruppo di hacker di massa per conto di Ministero della Difesa ucraino. .

Oshev ha detto al telefono dall’Ucraina che i cittadini russi “non sanno molto di quello che sta succedendo qui”. “Ecco perché abbiamo deciso che uno degli obiettivi più importanti dovrebbero essere i media. Dovremmo dare loro la vera notizia”.

Ma per raggiungere un pubblico russo non è necessario entrare in un computer. Gli americani sono tra le tante persone che hanno inviato messaggi ai russi utilizzando un sito web creato da un gruppo internazionale di programmatori volontari noto come Squad303.

Stacy McCoy, un’infermiera della Florida, ha inviato quasi 100 messaggi di testo e centinaia di e-mail ai russi utilizzando la piattaforma. Ha iniziato a personalizzare i messaggi con la sua voce, dicendo che Mosca stava mentendo ai suoi cittadini e che la guerra aveva ucciso dei civili.

Finora, Maki ha ricevuto solo tre risposte: “Smettila di lavorare”, “La Crimea è nostra” e una minacciava “Invia il tuo messaggio alle autorità competenti! Smettila di fare simili chiamate!”

READ  Biden afferma che gli Stati Uniti "non hanno verificato" i rapporti secondo cui la Russia ha ritirato le sue forze dalle aree vicino all'Ucraina

Le risposte ostili di Mackey non furono scoraggiate.

La Russia ha attaccato Leopoli.  Ecco perché la città occidentale è così importante per la difesa dell'Ucraina

“Penso che sia meglio essere proattivi, prendere una posizione, anche se è una piccola questione cercare di influenzare la situazione generale”, ha detto alla CNN.

Gli americani più importanti si stanno unendo alla causa.

Schwarzenegger, la star di “Terminator” ed ex governatore della California, si è rivolto al “popolo russo” in un video con sottotitoli in russo che ha pubblicato giovedì a 5 milioni di follower su Twitter e a più di 19.000 abbonati a Telegram.

“Spero che mi permetterai di dirti la verità sulla guerra in Ucraina e su ciò che sta accadendo lì”, ha detto Schwarzenegger prima di descrivere in dettaglio il bombardamento russo del reparto maternità ucraino.

Non è stato immediatamente chiaro quanta trazione avrebbe potuto avere il video di Schwarzenegger in Russia. Ma venerdì, il termine “Arnie” è entrato nella top 10 di Twitter degli argomenti di tendenza in Russia e diversi argomenti relativi al video di Schwarzenegger sono stati accompagnati da elogi e critiche da parte degli utenti di Twitter.

Una fonte vicina a Schwarzenegger ha detto alla CNN che l’ex bodybuilder ha realizzato il video da solo e non gli è stato chiesto dal governo degli Stati Uniti di farlo.

Ma l’account Telegram del Dipartimento di Stato non ha perso tempo a condividere il video e altri nell’ecosistema dell’informazione hanno seguito l’esempio.

Blake Ferrell, un idraulico dell’Indiana, ha detto alla CNN di aver inviato un video di Schwarzenegger a diversi russi su Telegram e immagini fisse del discorso dell’attore ad altri russi tramite la piattaforma di messaggistica di testo Squad303.

Ferrell non ha ancora ricevuto alcuna risposta, ma vuole continuare a cercare di raggiungere un pubblico russo.

“Per me, è l’emozione di raggiungere qualcun altro”, ha detto.

Katie Bo Lillis e Dana Bach della CNN hanno contribuito al rapporto.