Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

I 5 errori più grandi del presidente di Apple Tim Cook

Durante i suoi 10 anni come presidente di Apple, Tim Cook non solo ha preso buone decisioni…

La scorsa settimana, il CEO di Apple Tim Cook ha celebrato il decimo anniversario della sua inaugurazione a Cupertino. Pertanto, una responsabilità dura, soprattutto quando si sapeva che ci era riuscito dopo un certo Steve Jobs, era considerata da molti insostituibile all’interno di Apple. Probabilmente troppa pressione per Tim Cook Se avesse preso delle decisioni forti Chi possiede una delle aziende più redditizie al mondo da Apple avrebbe fatto delle scelte più discutibili.

Dai priorità alla sicurezza per non danneggiare la privacy

Per anni, Apple e Tim Cook hanno dato la priorità alla privacy dei propri utenti. Con così tanti slogan e in bicicletta verso la concorrenza, Apple ha costantemente profuso i suoi sforzi per garantire che gli utenti mantengano la loro privacy. Tuttavia, in molti casi, Tim Cook ha autorizzato le sue squadre a percorrere la navata alcune volte per supportare la sicurezza dei suoi utenti.

Ad esempio, l’ultima non è altro che l’analisi delle foto per combattere la pedopornografia. Pochi giorni fa, Apple ha annunciato di voler scansionare le foto registrate dai suoi utenti in iCloud e trovare quelle in grado di gestire la pornografia infantile. Un avviso ricevuto molto rapidamente e sottolineato da molti esperti che potrebbe infiltrarsi nella privacy delle persone. Rapidamente, i dirigenti, tra cui Craig Federici, Torno su questo errore di comunicazione e mi scuso.

Ricorda, ascoltare una risata su Apple qualche anno fa era soggetto a corruzione. Appaltatori aziendali Un utente ascolta ogni conversazione con il proprio assistente personale. Apple ha cambiato idea sospendendo la sua partnership con i suoi subappaltatori e in seguito ha affermato che ascoltare l’orecchio ha aiutato a migliorare Siri e le sue risposte. Abbiamo guardato meglio come reazione …

Controlla le prestazioni dell’iPhone

Nel 2014, Tim Cook ha introdotto il nuovissimo iPhone 6.. Se è una scatola quando esce il dispositivo e si vende a ruba nelle prime settimane di vendita, le truffe continueranno nelle settimane successive. L’iPhone 6 potrebbe essere troppo sottile, troppo sottile perché molti utenti si lamentano che si piega quando mettono lo smartphone in tasca.

READ  Modifica: possibile aumento dei prezzi per i giochi online e N64

Ma questo non è l’unico scandalo che ha afflitto Apple e il suo CEO. Un anno dopo, è stato rilasciato l’erede di iPhone 6 6S. Tutto sta andando molto bene e il sole splende brillantemente a Cupertino. Dopo l’iPhone 6S, Apple lo rilascerà per tutti i dispositivi iOS 10, pochi mesi dopo iOS 10.1.1. Poiché molti utenti si sono lamentati del fatto che il loro iPhone 6 o 6S si spegne improvvisamente con almeno il 30% di batteria rimanente, questo aggiornamento porta più problemi di quanti ne risolva.

In risposta, Apple ha introdotto iOS 10.2.1 poche settimane dopo. I primi clienti infelici sentono la loro voce su Twitter. Gli smartphone non subiranno più rallentamenti e le prestazioni saranno notevolmente ridotte. Apple potrebbe aver deliberatamente limitato le prestazioni dei suoi vecchi modelli di iPhone. A seguito di diverse lamentele, Cupertino ha riconosciuto di aver volontariamente limitato le prestazioni dei suoi modelli, Per garantire una migliore esperienza utente e prolungare la vita di questi dispositivi.

Sappiamo che alcuni di voi pensano che Apple ti abbia abbandonato. Ci scusiamo per questo. […] Il nostro obiettivo è creare prodotti che i nostri clienti desiderano e far durare gli iPhone il più a lungo possibile.

Quindi, Tim Cook ha ammesso di essersi comportato male dalla parte, anche se, secondo lui, era “a vantaggio degli utenti”.

Mancanza di novità

Se c’è una cosa per cui i fan di Apple non possono mai incolpare Steve Jobs, è la sua novità. Come dimostrano iPhone, iPad e altri iPod Nano e Touch, l’uomo non ha mai ceduto alle idee innovative. Sfortunatamente, Tim Cook è riluttante ad entrare in nuovi mercati.

In dieci anni, il CEO di Apple ha rilasciato solo due nuovi prodotti innovativi: l’Apple Watch e l’HomePot. Mentre l’Apple Watch è stato un enorme successo, l’HomePad chiaramente non ha avuto il successo atteso. Per il resto, il progressivo abbandono delle innovazioni tecnologiche e la soddisfazione di fornire solo nuovi servizi. Per iPhone e altri Mac, le scoperte tecnologiche sono rare e spesso interferiscono solo con la concorrenza.

READ  Telegram prende alcune delle migliori funzionalità di personalizzazione di WhatsApp nel nuovo aggiornamento

Ovviamente si tratta di una scelta pienamente accettata da Tim Cook, che vuole garantire la stabilità economica di Apple senza correre troppi rischi. Ma i rischi tecnici, quando Steve Jobs era al comando era il miglior voto di Apple. In dieci anni, è chiaro che non ci sono molte innovazioni …

Lanciare progetti molto presto

Non esamineremo l’intera storia dei progetti e, come sapete, hanno avuto un inizio turbolento. Le prime versioni del servizio di mappatura IDS presentavano molti problemi e bug, mentre iOS 6. è stato lanciato da Scott Forstal, responsabile dello sviluppo dei piani di Apple, e verrà licenziato un mese dopo l’uscita del computer. .

Scott Forstall è responsabile di iOS durante il lancio dei progetti.

Molto probabilmente, i piani di Apple sarebbero valsi la pena di essere rilasciati in pochi mesi, se non molti anni dopo. Sebbene la crescita dell’app sia stata lenta e Apple abbia lavorato a stretto contatto con Tom Tom, era ovvio che i dati registrati non erano sempre accurati.

Questo sarebbe uno dei rari interventi in generale, uno degli errori comuni di Tim Cook. Ha aggiunto che era “molto dispiaciuto per la delusione” provata dagli utenti con i programmi e, se non fossero stati soddisfatti, avrebbero potuto utilizzare prodotti concorrenti. È molto raro che Apple torni alla competizione per i suoi utenti …

Il reclutatore John Provet

Nel 2012, Ron Johnson, uno dei dirigenti di Apple, ha lasciato la nave dopo 12 anni di attività. In un passaggio notevole, è stato responsabile dell’Apple Store e ha permesso la loro grande espansione. Dopo di lui, l’azienda di Cupertino chiama uno abituato a vendere nei supermercati, John Provet. Una scelta che viene subito criticata da molti.

READ  IoT, una nuova fonte nelle scene del crimine

In effetti, Provet era in precedenza l’amministratore delegato di Tesco, una catena di supermercati britannica, ma anche una catena di negozi che vendevano al dettaglio Dixons, prodotti elettronici al grande pubblico. Molte critiche sono già state mosse quando era presidente di due società, che le condizioni di lavoro dei suoi dipendenti sarebbero state catastrofiche.

Ok, Tim Cook protegge il suo dente e le sue unghie preferiti, specialmente in una lettera al lettore Macromeri.

Ho incontrato così tanti candidati, John era il migliore. Spero che sarai soddisfatto come me. Il suo ruolo non è quello di portare Dixon in Apple. [il est] Per portare Apple a livelli ancora maggiori di servizio e soddisfazione del cliente.

Tim Cook non la pensava bene perché sette mesi dopo l’arrivo di Provet Apple, fu licenziato. In effetti, le condizioni di lavoro dei dipendenti dell’Apple Store sono peggiorate in modo significativo durante il periodo di Provet e le scelte sono discutibili. Molti dipendenti sono stati licenziati, l’orario di lavoro è stato ridotto e le promozioni a volte sono state soppresse.

In una lunga intervista Washington Post Nel 2016, Tim Cook ha ammesso di aver commesso un errore nell’assumere John Provet.

“Ho nominato la persona sbagliata per il commercio al dettaglio. È stato chiaramente un errore. Non ho detto niente di male. Possiamo dire che non era in linea con la nostra cultura. Abbiamo parlato tutti con lui e ho preso la decisione finale. [de l’embaucher], Era cattiva. L’abbiamo riconosciuto molto rapidamente e abbiamo apportato il cambiamento. Sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto. […] Ma quando pensi di dover passare più tempo con 50.000 persone nella vendita al dettaglio, ci sono molte persone che ti influenzeranno nel modo sbagliato.

Un Micah Gulpa del CEO di Apple viene raramente sottolineato…