Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

I senatori degli Stati Uniti vogliono porre fine alla duplicazione di Apple e Google nelle app – ICT News

Tre senatori sono stati accusati di aver tentato di costringere Apple e Google ad aprire i loro app store mobili, ostacolando la concorrenza e arricchendo in modo improprio le aziende tecnologiche.

I democratici Richard Blumenthal e Amy Globchar e la repubblicana Marsha Blackburn hanno presentato mercoledì un disegno di legge economico per regolamentare i siti. Se implementato, ciò impedirà alle aziende di costringere gli editori di app a utilizzare il loro metodo di pagamento, che è una delle carenze di molti sviluppatori. Apple e Google non possono più supportare i propri software, come i servizi di messaggistica o di geolocalizzazione.

I due vicini della Silicon Valley dominano il mercato della distribuzione di applicazioni mobili in tutto il mondo attraverso i loro sistemi operativi Android (Google) e iOS (Apple). Il mercato da 33 miliardi di dollari negli Stati Uniti entro il 2020 delinea in un comunicato tre senatori.

“Nel corso degli anni, Apple e Google hanno soppresso la concorrenza e immerso i consumatori nell’oscurità. Hanno intascato ingenti somme di denaro fingendosi virtuosi difensori del mercato”, ha attaccato Richard Blumenthal. “Il disegno di legge, che è sostenuto da entrambi i partiti politici, ridurrà i muri obbligatori dell’economia dei servizi pubblici, offrendo ai consumatori una scelta più ampia e l’opportunità di sopravvivere per le piccole start-up”, ha affermato succintamente.

Il disegno di legge, soprannominato “Open App Markets Act”, era “protetto dal diritto degli editori di informare i consumatori altrove a prezzi più convenienti” e “dalla possibilità di accedere alle applicazioni attraverso altri canali”, hanno affermato tre senatori. Si rivolge specificamente al produttore di iPhone, che è in attesa di giudizio nel caso contro l’editore di videogiochi di Fortnight Epic Games.

READ  Lo studio tra noi non ha apprezzato il "tributo" di Fortnight

I democratici Richard Blumenthal e Amy Globchar e la repubblicana Marsha Blackburn hanno presentato mercoledì un disegno di legge economico per regolamentare i siti. Se implementato, ciò impedirà alle aziende di costringere gli editori di app a utilizzare il loro metodo di pagamento, che è una delle carenze di molti sviluppatori. Apple e Google non possono più supportare i propri software, come i servizi di messaggistica o di geolocalizzazione. I due vicini della Silicon Valley dominano il mercato per distribuire applicazioni mobili in tutto il mondo attraverso i loro sistemi operativi, Android (Google) e iOS (Apple). Il mercato da 33 miliardi di dollari negli Stati Uniti entro il 2020 ha sottolineato tre senatori in un comunicato. Attacca Richard Blumenthal. “Il disegno di legge, sostenuto da entrambi i partiti politici, ridurrà i muri forzati dell’economia dei servizi pubblici, offrendo ai consumatori una scelta più ampia e l’opportunità di sopravvivere per le piccole start-up”, ha affermato succintamente. I tre senatori hanno affermato che “proteggerà il diritto degli editori di informare i consumatori di prezzi convenienti altrove” e “la possibilità di accedere alle applicazioni attraverso altri canali”. Si rivolge specificamente al produttore di iPhone, che è in attesa di giudizio nel caso contro l’editore di videogiochi di Fortnight Epic Games.