Gennaio 19, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il diligente robot fa una sorprendente scoperta su Marte: “È del tutto inaspettato”

Quasi lo dimenticheremo, ma il diligente robot sarà presto a un anno di distanza da Marte. E il suo lavoro va avanti! Scoprì che la superficie rocciosa su cui stava attualmente rotolando, la superficie di un antico lago noto come il “Jessero Greater”, era il risultato di un’eruzione vulcanica. Quindi non è una roccia sedimentaria, come inizialmente previsto dagli scienziati. “È completamente inaspettato ed è difficile per noi capire cosa significhi, ma immagino che questa non sia la superficie originale dell’abisso.

Gli scienziati hanno raccolto questa incredibile roccia marziana solo lo scorso settembre. Sospettavano direttamente che fosse roccia vulcanica, ma solo di recente è stato confermato. “Questa roccia consentirà ai futuri scienziati di datare gli eventi di Jessero, di comprendere il periodo più comune dell’acqua sulla sua superficie e di comprendere meglio la storia del pianeta”, ha continuato Ken Barley.

L’importanza dell’acqua

Le rocce vulcaniche sono particolarmente utili perché possono essere datate con precisione. Inoltre, queste rocce mostrano segni di significativo contatto con l’acqua. Contengono infatti sali minerali, che potrebbero essersi depositati quando l’acqua è evaporata. La NASA afferma che questo ha confermato la presenza a lungo termine di acqua nell’abisso.

Lo scopo di questa missione è cercare tracce di vita antica su Marte, così come tracce di vita microbica incastonate nelle rocce. Con la diligenza di oltre trenta provette in più per altri campioni, il campionamento continuerà. La NASA prevede di riportare i modelli sulla Terra entro il 2030 in modo che possano essere analizzati con strumenti più sofisticati di quelli che potrebbero essere portati su Marte.

READ  Impronte di 23.000 anni riscrivono la storia umana dell'America