Maggio 24, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il Giappone allenta i controlli alle frontiere COVID dopo due anni di “politica di isolamento” | Giappone

I media hanno affermato giovedì che il Giappone allenterà i suoi severi controlli alle frontiere dal prossimo mese, a seguito delle critiche di studenti, lavoratori e familiari che erano in atto.chiuderefuori dal paese per un massimo di due anni.

Le restrizioni, che limitano l’accesso ai cittadini giapponesi e ai residenti stranieri di ritorno, hanno colpito 150.000 studenti, suscitando accuse da parte di politici e imprenditori che il divieto sta danneggiando l’economia del Paese e l’immagine del mondo.

Giappone Le regole sono state brevemente allentate l’anno scorso, ma Tirali di nuovo a novembre nel tentativo di prevenire la diffusione della variante altamente contagiosa Omicron da Corona virus.

L’apertura sarà graduale, tuttavia, non si applicherà ad essa turisti. Il Primo Ministro, Fumio Kishida, dovrebbe annunciare più tardi giovedì un aumento degli arrivi giornalieri da 3.500 a 5.000, nonché una riduzione della quarantena da uno a tre giorni per le persone con risultato negativo al test e prova di aver ricevuto un spinta incoraggiante.

“Stiamo studiando come allentare le misure di controllo alle frontiere tenendo conto delle prove scientifiche che sono diventate disponibili riguardo al ceppo Omicron e alle mutevoli condizioni di contagio in patria e all’estero”, ha affermato Kyodo citando il primo ministro Hirokazu Matsuno. agenzia di stampa.

Kishida è apparso riluttante ad allentare le misure popolari presso il pubblico in vista delle elezioni della camera alta di luglio.

Ma è stato messo sotto pressione da dirigenti d’azienda che hanno affermato che le restrizioni equivalgono a una “politica di isolamento” che aggraverebbe la cronica carenza di manodopera in Giappone. Un membro del partito Kishida ha affermato che il divieto è inutile dato che l’Omicron è diventato il ceppo dominante in Giappone.

“Se guardi alla situazione generale ora, non ha senso; puoi prendere il virus ovunque. Ma come risultato di avere [the restrictions]e [Kishida] “Ha ottenuto molto sostegno popolare”, ha detto l’analista politico Atsu Ito.

Ha aggiunto che la mancata revoca di almeno alcune delle restrizioni rischierebbe di vedere il Giappone “dietro il resto del mondo”.

Gli esperti sanitari del governo hanno affermato che la sesta ondata di virus alimentata da Omicron ha raggiunto il picco all’inizio di questo mese dopo che i dati hanno mostrato un calo settimanale delle nuove infezioni nella maggior parte dei gruppi di età.

Mentre i nuovi casi sono in calo, l’ultima ondata di infezioni in Giappone ha avuto un bilancio umano molto più debole, con un record di 236 decessi segnalati martedì.

Solo il 10% circa della popolazione ha ricevuto un’iniezione di richiamo, rispetto a oltre il 50% in Corea del Sud e Singapore, spingendo Kishida ad annunciare un obiettivo giornaliero di un milione di terzi colpi al giorno.

READ  Macron: solo il presidente russo Putin ha scelto la guerra in Ucraina