Agosto 19, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il manifestante contro la guerra interrompe la trasmissione in diretta delle notizie di stato russo per denunciare l'invasione dell'Ucraina

Il manifestante contro la guerra interrompe la trasmissione in diretta delle notizie di stato russo per denunciare l’invasione dell’Ucraina

Maria Ovsyannikova, direttrice di Channel One, era in piedi dietro un conduttore di notizie in onda con un cartellone scritto in inglese e russo.

Il cartello dice: “Ferma la guerra. Non credere alla propaganda che ti dicono sia mentita qui”. I russi contro la guerra.

I contenuti di Channel One sono strettamente controllati dal governo russo. All’inizio di questo mese, il presidente Vladimir Putin ha firmato un fascicolo disegno di legge sulla censura Secondo il Comitato per la protezione dei giornalisti, criminalizza le informazioni “false” sull’invasione dell’Ucraina, con una pena fino a 15 anni di carcere per chiunque venga condannato.

Martedì il Cremlino ha descritto le azioni di Ovsyannikova come una “rivolta”, un reato penale in Russia.

“Il canale e i funzionari se ne stanno occupando”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Un cablogramma americano indica che la Cina ha mostrato una certa disponibilità a fornire aiuti militari e finanziari alla Russia

Gli amici di Ovsyannikova hanno detto a OVD-Info, un gruppo indipendente che monitora le proteste per i diritti umani, che si trovava nel dipartimento di polizia di Ostankino a Mosca, ma il suo avvocato dice che ancora non sa dove si trovi.

Dmitry Zakvatov ha detto alla CNN martedì che ha cercato di localizzarla sin dalla sua protesta. Zakvatov ha confermato alla CNN che Ovsyannikova è la donna vista in onda con lo striscione e che lavora come editore del canale.

“Non l’abbiamo trovato al momento, ma stiamo continuando la nostra ricerca”, ha detto Zakvatov.

L’agenzia di stampa statale russa TASS ha riferito che le forze dell’ordine hanno avviato un’indagine preliminare sulla “diffusione pubblica di informazioni deliberatamente false sull’uso delle forze armate russe”.

L’azione di protesta è avvenuta quasi tre settimane dopo che la Russia ha invaso la vicina Ucraina, provocando una catastrofe umanitaria nel paese Effetti La più grande crisi di sicurezza in Europa dalla Guerra Fredda.
Le immagini satellitari mostrano la devastazione diffusa dai bombardamenti russi in tutta l’Ucraina, comprese le principali città di Kiev e Mariupol. Più di 2500 civili Morire Solo a Mariupol, secondo le stime dei funzionari ucraini. Più di 2,8 milioni di residenti sono fuggiti dal paese dall’inizio dell’invasione, secondo le stime dei rifugiati delle Nazioni Unite.

OVD-Info ha anche ottenuto un video presumibilmente girato da Ovsyannikova prima che interrompesse il telegiornale.

READ  La polizia della regione di Kiev afferma che il giornalista americano è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dalle forze russe a Irbin

“Quello che sta accadendo ora in Ucraina è un crimine, la Russia è il paese aggressore e la responsabilità di questa aggressione ricade sulla coscienza di una sola persona. Quest’uomo è Vladimir Putin”, ha detto Ovsyanikova nel video, osservando che suo padre è Ucraina e sua madre è russa.

Cosa vuole Putin in Ucraina?  Conflitto spiegato

“Purtroppo, negli ultimi anni, ho lavorato su Channel One e ho fatto propaganda al Cremlino, e ora me ne vergogno molto”, dice nel video. “È un peccato che io abbia permesso che si dicessero bugie dagli schermi televisivi, vergognandomi di permettere che il popolo russo venisse danneggiato”.

“Mi vergogno che siamo rimasti in silenzio nel 2014, quando tutto questo era appena iniziato”, dice, riferendosi all’invasione russa dell’Ucraina nel 2014 che ha portato all’annessione della Crimea. “Non siamo andati alle manifestazioni quando il Cremlino ha avvelenato Navalny, abbiamo osservato in silenzio questo regime antiumano e ora il mondo ci ha voltato le spalle per sempre, e altre dieci generazioni di nostri nipoti non potranno sfuggire alla vergogna di questa guerra fraterna”.

“Siamo russi, siamo intelligenti e intelligenti, e non possiamo fare a meno di fermare tutta questa follia”, dice. “Vai ai raduni e non aver paura! Non possono piantarci tutti!”

Presto, i video del boicottaggio si sono diffusi sui social media dopo essere stati trasmessi. La CNN ha ottenuto il video dalla trasmissione in diretta del profilo del primo canale russo VK.

In pochi minuti, quella trasmissione in diretta era stata rimossa.