Agosto 19, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il proprietario del Chelsea Roman Abramovich è stato espulso dalla Premier League dopo le sanzioni del governo britannico

Il proprietario del Chelsea Roman Abramovich è stato espulso dalla Premier League dopo le sanzioni del governo britannico

La Premier League inglese ha annunciato, sabato, l’esclusione di Roman Abramovich dalla formazione del Chelsea.

I beni del Chelsea sono stati congelati dopo che il governo del Regno Unito ha imposto sanzioni al suo proprietario, Abramovich. I campioni del mondo e d’Europa sono stati congelati come una risorsa per Abramovich, che era uno dei sette oligarchi russi presi di mira durante la guerra in Ucraina, insieme a Igor Sechin, Oleg Deripaska, Dmitry Lebedev, Alexei Miller, Andrei Kostin e Nikolai Tokarev.

Ai Blues è stata concessa la licenza per continuare a incontrare gli infissi e pagare i dipendenti, ma per operare dipendono dalle riserve di cassa, con vari flussi di entrate interrotti come parte delle azioni del governo su Abramovich a causa dei suoi presunti legami con il presidente russo Vladimir Putin.

Una dichiarazione della Premier League recitava: “A seguito dell’imposizione di sanzioni da parte del governo del Regno Unito, il Consiglio di amministrazione della Premier League ha rimosso Roman Abramovich dalla carica di direttore del Chelsea Football Club. La decisione del consiglio non pregiudica la capacità del club di allenarsi e giocare le sue partite, come previsto è ai termini della licenza rilasciata dal governo che scade il 31 maggio 2022.

Olley Q&A: Risposte alle domande chiave sulla crisi del Chelsea
Ole, Marcotti: cosa significa vendere al Chelsea?

Fonti hanno detto a ESPN che i limiti di spesa – che includono un limite di circa £ 20.000 ($ 26.000) per i viaggi all’aperto e un limite di £ 900.000 ($ 1,17 milioni) sul costo delle partite casalinghe – hanno portato Barclays a sospendere le carte di credito. di violare le regole del governo.

READ  I Nets hanno multato di $ 50.000 per aver consentito a Kyrie Irving di entrare negli spogliatoi durante la partita casalinga contro i Knicks

Il licenziamento di Abramovich da allenatore non influirà sulla potenziale vendita del club. Può richiedere una licenza separata per continuare il processo – cosa che dovrebbe fare – ma il governo avrà un livello di coinvolgimento determinato dai termini di tale licenza quando concordato.

L’approvazione finale dell’accordo sarà richiesta dal Ministero della Cultura, dei Media e dello Sport, con Abramovich che non potrà ottenere alcun profitto dalla vendita.

Ora è quasi certo che Abramovich non troverà un acquirente disposto a pagare il prezzo richiesto di 3 miliardi di sterline (3,9 miliardi di dollari), data la situazione attuale, ma una rapida vendita a prezzo scontato appare sempre più l’opzione più praticabile per tutte le parti. Fonti hanno detto a ESPN che ha ricevuto diverse offerte dopo che il club è stato messo in vendita, ma che finora nessuno ha eguagliato la sua valutazione.

Le fonti hanno aggiunto che un consorzio composto da Todd Boehle dei Los Angeles Dodgers and Lakers insieme al miliardario svizzero Hansjörg Weiss ha presentato un’offerta nel tentativo di avanzare nella corsa.

Le potenziali parti interessate hanno tempo fino a martedì per presentare offerte alla banca commerciale di New York Raine Group, che gestirà la vendita del club.