Ottobre 15, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il rover Perseverance trova prove di catastrofici cambiamenti climatici nel lontano passato di Marte

Secondo Comunicato stampa del MITLa prima analisi scientifica delle immagini scattate dal diligente rover della NASA ha confermato che la gola Xero di Marte era un tempo un lago calmo, alimentato continuamente da un piccolo fiume circa 3,7 miliardi di anni fa.

Ma i sottili strati di argilla e carbonato depositati nel lago fossile sono ricoperti di catrame, che è una roccia sedimentaria composta da una miscela di rocce grandi e piccole. Gli scienziati ritengono che le rocce siano state prese a decine di migliaia di chilometri verso l’alto e poste in un antico lago, segnando un catastrofico cambiamento climatico nel lontano passato di Marte.

Nuova analisi, Pubblicato oggi sulla rivista Scienzae Si basa su immagini di grandi rocce sul bordo occidentale dell’abisso. I satelliti hanno precedentemente dimostrato che questa alienazione, vista dall’alto, assomiglia ai delta dei fiumi sulla Terra.Quando il fiume sfocia in un lago, gli strati di sedimenti si depositano a forma di ventaglio.

Nuove immagini di diligenza prese dall’interno dell’abisso confermano che questo esterno è davvero un delta di un fiume. Le fotocamere di Rover, il Mastcom-Z e il micro-imager remoto (RMI) della supercam, hanno catturato immagini a una distanza di 1,4 miglia (~ 2,24 km).

Quando i ricercatori hanno osservato le immagini dell’esterno principale, hanno notato che grandi massi e ghiaia erano incastonati negli strati più piccoli e più alti del delta. Alcune rocce sono larghe 3 piedi (1 metro) e pesano diverse tonnellate. Il team ha concluso che queste enormi rocce devono essere apparse fuori dall’abisso e potrebbero essere state parte della roccia sul bordo dell’abisso o 40 miglia o più.

A giudicare dalla posizione e dalle dimensioni attuali, il team afferma che le rocce si stavano muovendo verso il basso e fino a 9 metri cubi di acqua a una velocità massima di 9 metri al secondo sul fondo del lago. . Rin Sei in Europa).

Cimeli sedimentari indicano che l’antico lago della Valle di Jessero fu alimentato per la sua esistenza da un fiume a lento corso. Poi il tempo è diventato più rigido e le inondazioni improvvise hanno messo grandi rocce nel delta. Dopo che il lago si è prosciugato circa 3 miliardi di anni fa, il vento ha eroso il paesaggio, lasciando l’abisso che vediamo oggi. Il motivo di questo cambiamento climatico non è ancora noto.

“La cosa più sorprendente che è emersa da queste immagini è la potenziale opportunità di catturare il tempo necessario per spostarsi da questo ambiente abitabile simile a un cratere a questo paesaggio in rovina che ora vediamo”, spiega. Benjamin Weiss, Professore di Scienze Planetarie presso il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Atmosfera e dei Pianeti del MIT Membro del Comitato Analitico. “Questi letti di roccia potrebbero essere registrazioni di questo cambiamento, che non abbiamo mai visto da nessun’altra parte su Marte”.

Ora i ricercatori hanno confermato che il cratere era un tempo un ambiente lacustre e credono che il suo sedimento possa aver contenuto tracce di antica vita acquatica.

READ  Nintendo Switch potrebbe essere vittima della ritenzione dell'immagine OLED