Gennaio 30, 2023

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Il soprano Anna Netrebko si ritira dalle esibizioni del Met piuttosto che abbandonare Putin | Russia

Il soprano Anna Netrebko si è ritirato dai suoi impegni futuri in Opera metropolitana Piuttosto che rinnegare il suo sostegno al presidente russo Vladimir Putin, che è costato alla compagnia uno dei suoi migliori cantanti e migliori successi al botteghino.

“È una grande perdita artistica per il museo e l’opera”, ha dichiarato giovedì Peter Gelb, direttore generale del museo. “Anna è una delle più grandi cantanti nella storia del Met, ma con Putin che ha ucciso vittime innocenti in Ucraina, non c’era modo di andare avanti”.

Gelb aveva detto domenica che il museo non avrebbe condiviso artisti che sostengono Putin.

Il Met ha compiuto ripetuti sforzi negli ultimi giorni per cercare di convincere Netrebko a respingere Putin, ma non è riuscito a convincerla, ha detto una persona a conoscenza degli sviluppi, parlando in condizione di anonimato perché quei dettagli non sono stati resi pubblici.

L’invasione dell’Ucraina ha portato a una dimostrazione di solidarietà nel mondo dell’arte e della cultura con gli ucraini e una violenta reazione contro il governo russo e coloro che hanno legami con esso che non avrebbero rifiutato le azioni di Putin. Gli effetti a catena hanno raggiunto anche il mondo sportivo globale.

Il 50enne Netrebko di Krasnodar è stato insignito dell’Onorario People’s Artist of Russia da Putin nel 2008.

lei era fotografato nel 2014 Ha portato la bandiera dei territori dell’Ucraina controllati dalla Russia dopo aver donato un milione di rubli (all’epoca 18.500 dollari) al Teatro dell’Opera di Donetsk, una città ucraina controllata dai separatisti filo-russi.

Martedì, Netrebko si è ritirato da tutti i suoi prossimi spettacoli. La sua esibizione successiva è stata inclusa al Gran Teatre del Liceu di Barcellona il 3 aprile, seguita da tre concerti con suo marito, il tenore azerbaigiano Yusuf Eyvazov, e un concerto del 13 aprile con la Filarmonica di Berlino.

Mi oppongo a questa insensata guerra di aggressione e invito la Russia a porre fine a questa guerra ora, per salvarci tutti. “Abbiamo bisogno di pace ora”, ha detto. “Questo non è il momento per me di comporre e suonare musica. Quindi ho deciso di fare un passo indietro rispetto all’esibizione per ora. È una decisione molto difficile per me, ma so che i miei fan capiranno e rispetteranno quella decisione”.

Non c’è stata una risposta immediata da Netrebko all’annuncio di Gelb.

Netrebko ha debuttato al Met il 14 febbraio 2002 al War and Peace di Prokofiev ed è diventato rapidamente uno dei preferiti della casa. È apparsa in 192 spettacoli casalinghi, l’ultima festa di Capodanno in cui ha recitato il 31 dicembre 2019.

Netrebko sarà sostituito dal soprano ucraino Liudmyla Monastyrska alla Turandot di Puccini per cinque spettacoli dal 30 aprile al 14 maggio, incluso uno spettacolo il 7 maggio nelle sale di tutto il mondo. Il Met ha detto che Netrebko sarà anche sostituito come Elisabetta al Don Carlo Verde per cinque spettacoli dal 3 al 19 novembre.

Il Met ha anche affermato che costruirà le proprie collezioni e costumi per la produzione della prossima stagione del Lohengrin di Wagner piuttosto che condividerlo con il Bolshoi a Mosca. musica liricacome originariamente previsto.

La decisione del Met è arrivata sulla scia del crollo della carriera internazionale del direttore d’orchestra russo Valery Gergievche è stato vicino a Putin come direttore tecnico e direttore generale di Mariinsky a San Pietroburgo.

Gergiev è stato licenziato questa settimana come direttore dell’Orchestra di Monaco e il Festival di Gergiev, un evento annuale dal 1996, è stato cancellato dalla Rotterdam Philharmonic Orchestra, dove è stato direttore ospite principale dal 1995 al 2008. È stato anche abbandonato da Vienna . La Filarmonica e il Festival di Edimburgo in Scozia e il Teatro alla Scala di Milano.

READ  La collezione Lupin Lupin di Netflix è stata derubata solo un giorno dopo il furto di The Crown