Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

IoT, una nuova fonte nelle scene del crimine

Durante l’International Cyber ​​Security Forum a Lille il 7, 8 e 9 settembre, il National GenderMary presenta un gioco di fuga sul ruolo degli oggetti legati a una scena del crimine.

Qualcuno giaceva morto sul letto… Gendermary è arrivato sulla scena con il compito di identificare Oggetti connessi Chi può aiutarlo sulla scena del crimine e nelle sue indagini. Questa scena è un gioco di fuga proposto dal National GenderMary il 7, 8 e 9 settembre al Forum Internazionale. Sicurezza Internet (FIC) di Lilla. GenderMary ha un nuovo sistema di sicurezza informatica, ComCyberGend, istituito lo scorso agosto. Giusto per illustrare come ha immaginato questo gioco. Ispirato da eventi reali, questo gioco di fuga mira a spiegare al pubblico, calandosi nei panni di un investigatore, come catturare una scena del crimine, quali sono gli ostacoli a un’indagine? , Tipologia di servizi coinvolti e azioni intraprese.

I giocatori devono identificare gli oggetti collegati distribuiti sul tabellone. 3 C3NE

“Da un allarme a un pacemaker, di solito ci sono da 40 a 80 oggetti collegati in una scena del crimine”, sottolinea il capitano Pierre Puret del National Cyber ​​​​Assistance Center. di C3N (Centro per la lotta alla criminalità digitale). Tanti dispositivi… ma non sempre facili da identificare. Questa è la prima sfida per gli investigatori, che deve essere portata a termine dai giocatori: trovare i trenta dispositivi installati sul tabellone. “Per lo più, come cancelli Oppure i sensori del sonno sono nascosti”, avverte il capitano Puret.

Tra i primi oggetti perquisiti dagli inquirenti c’erano le telecamere attaccate. Celia Garcia-Montero

Il secondo passo consiste nel determinare quanto prima ciò che deve essere analizzato in via prioritaria. “Le più efficaci sono le telecamere ovviamente connesse, ma i gateway erano usati per collegare i dispositivi tra loro e non ci pensiamo correttamente”, ha affermato il capitano Burrett. Questo perché in base all’analisi criminale, l’investigatore non è interessato a limitarsi agli oggetti localmente. “I contatti nel cloud possono davvero testimoniare in un passaggio”, continua il capitano. Così, gli investigatori mettono le mani sui centri di domotica cercando di vedere se l’orologio collegato al sito sta cercando di connettersi allo smartphone del trasgressore. Se questa condizione è presente, l’identificativo di quest’ultimo può essere memorizzato lì.

READ  21:18 - Il diligente rover della NASA inizia a raccogliere campioni di roccia su Marte

Prima di cercare un oggetto attaccato, devi pensare a come funziona. “Stiamo lavorando per capire come rimuovere in sicurezza l’oggetto attaccato senza distruggerlo o alterarlo”, conferma il capitano Puret. Se un sistema di allarme viene messo sotto il sigillo, finisce in una gabbia di Faraday e rischia di cancellare i suoi record. “Pertanto dobbiamo sempre misurare l’impatto dell’azione intrapresa sul delitto”, dice il capitano. Come parte del gioco, i partecipanti avranno 16 carte per eseguire azioni. “Le azioni non sono infinite a causa della mancanza di numeri in Gendermary, giustifica il Capitano Puret. I partecipanti devono chiamare i servizi giusti al momento giusto. ComCyberGend ha uno sportello unico per aiutare a identificare il ruolo degli investigatori. Oggetti connessi E sapere quali servizi contattare quando coinvolti.

IoT al Centro Studi dal 2015

“Ogni oggetto può essere protetto, danneggiato o inviato a un’altra persona per l’indagine”

I materiali che richiedono analisi approfondite vengono inviati al Centro Nazionale di Competenza Digitale, che dispone di un laboratorio, di una camera bianca per prevenire danni ai dispositivi con piccole polveri e di tutte le apparecchiature necessarie per leggere dati scadenti. Gli esperti devono verificare i dati di tutti i prodotti e la loro autenticità. Compito non da poco… “Ogni oggetto deve essere protetto, danneggiato o portato sul luogo del delitto dall’autore, e l’indagine deve essere diretta a qualcun altro”, avverte il capitano Puret.

Gli articoli inviati al Centro nazionale per le competenze digitali vengono elaborati per recuperare i dati. Celia Garcia-Montero

Gendermary è interessato al ruolo dei materiali collegati nella sua ricerca dal 2015. “Prima di tale data, i materiali venivano analizzati separatamente. D’ora in poi, viene preso in considerazione l’intero ecosistema, il che cambia il modo in cui lavoriamo”, afferma il capitano Puret. Questo approccio globale porta reali guadagni in termini di prestazioni, secondo il funzionario di Gendermary. In alcune recenti indagini i colpevoli sono stati confusi entro 48 ore. “L’IoT ci consente di datare, di essere spaziali e di situare i fatti, in modo da poter trovare una storia che porti all’indagine”, assicura il capitano Puret. Pertanto, nel contesto di un caso in Australia, è possibile ringraziare la telecamera per l’arrivo dell’individuo sulla scena del crimine e calcolare l’ora della morte della vittima attraverso i dati. Backup.

READ  Buon affare Xiaomi Redmi Note 9: Gamma intermedia visualizzata a basso prezzo

Nella sua strategia Gender 2024, National GenderMary prevede di assumere il 40% di ufficiali con profili scientifici, istituire un dipartimento delle risorse umane dedicato alla sicurezza informatica e creare società elettriche. Il capitano Pierre Burrett ha già in programma di offrire un gioco di fuga di alto livello alla FIC il prossimo anno.