Dicembre 5, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

La NASA sta per attaccare un asteroide!

Spiegazione del veicolo spaziale DART della NASA e del LICIACube dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) prima del suo impatto sul sistema binario Didimos.  Credito: NASA / Johns Hopkins APL / Steve Griffen.
Spiegazione del veicolo spaziale DART della NASA e del LICIACube dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) prima del suo impatto sul sistema binario Didimos. Credito: NASA / Johns Hopkins APL / Steve Griffen.

La missione DART (Dual Asteroid Diversion Test) è già agli inizi Il primo aereo di prova per valutare la tecnologia volta a proteggere il pianeta dai pericolosi impatti di asteroidi dallo spazio. Il suo lancio è previsto per il 24 novembre alle 06:24 UTC (03:24 in Cile) e la Force Base sarà lanciata nello spazio su un razzo SpaceX Falcon 9 in partenza dal Vandenberg Special. Santa Barbara, Sopra California.

Questa è la prima dimostrazione di una tecnica di impatto cinetico volta a deviare le orbite degli asteroidiEvita collisioni catastrofiche sul nostro pianeta colpendole con uno o più grandi veicoli spaziali.

Lo scopo di questo primo viaggio è l’asteroide Didimo e la sua luna – che attualmente non sono in pericolo per il pianeta – e sono relativamente vicini alla Terra. Dopo il lancio del razzo di lancio, DART impiegherà quasi un anno per raggiungere il sistema Ditimos, dove influenzerà la sua luna – Dimorbose – entro la fine di settembre 2022.. Entro questa data, il sistema sarà a 11 milioni di chilometri dalla Terra e, misurando la variazione di velocità dell’orbita lunare del sistema Didimos, sarà possibile monitorare l’impatto dalla superficie del nostro pianeta. Radar e telescopi.

Come un film

Alcuni ricordano la cena nel film Armageddon (pubblicato nel 1998), la NASA ha inviato una squadra di trivellazione petrolifera per posizionare bombe su un asteroide in rotta di collisione con il nostro pianeta per evitare una catastrofe, utilizzando una bomba atomica per distruggere lo spazio.

READ  Si dice che Apple abbia cambiato i piani l'ultima volta per il nuovo Apple Watch

Nonostante che Questa volta non ci sarà nessuna esplosione nucleare o mega tsunami mentre un pezzo cade sulla terra, Il momento è sempre atteso, vista l’importanza di queste tecnologie, per la protezione del pianeta e di tutta la vita su cui si basa.

Il personale del Johns Hopkins Applied Physics Laboratory esamina i sistemi DART.  Credito: NASA / Johns Hopkins APL / Ed Whitman.
Il personale del Johns Hopkins Applied Physics Laboratory esamina i sistemi DART. Credito: NASA / Johns Hopkins APL / Ed Whitman.

DART è una struttura economica con un cubo centrale di 1,2 x 1,3 x 1,3 m, composta da una serie di elementi, tra cui due moduli solari extra large (ROSA; Roll-Out Solar Array) di 8,5 m. Lunghezza – quando utilizzato completamente – e che eseguirà le impostazioni del velivolo. Ha anche una telecamera (telecamera asteroide per Drago; Ditimos Reconnaissance & Apna) che può guidare e identificare il bersaglio a 6,6 km/h.

DART viene fornito con LICIACube, il satellite dell’agenzia spaziale italiana (ASI, abbreviato in italiano) per la sua missione. Raccogliere informazioni sul momento dell’impatto e anche le immagini del potenziale impatto abisso.