Settembre 28, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

L’americano McKee vuole creare un nuovo pezzo di saga chiamato “Alice”

Il ritorno di “Dead Space” sulle console di nuova generazione ha ravvivato l’interesse dei fan per l’ormai defunta saga di videogiochi, tra cui “Alice”, una drastica revisione dei classici letterari dell’autore Louis Caroline.

EA annuncia il ritorno di “Dead Space” Dopo l’annuncio, il designer di videogiochi americano McKee ha espresso il desiderio di portare avanti il ​​suo oscuro franchise d’azione: “Noi (e i fan di Alice) desideriamo che il prossimo progetto horror di EA sia una nuova ‘Alice’. Il gioco, almeno, ci dà un inizio. ”

Ad un certo punto nel futuro, E.A. I dirigenti dicono: “Abbiamo bisogno di più prodotti! Qualcuno ‘Alice?’ Saremo pronti.

Potresti essere interessato a: Grimes presenta i suoi pensieri sulla comunità di gioco

L’americano McKee prevede di produrre la terza puntata della sua saga intitolata “Alice: Asylum”, che descrive tramite Patron, che cerca di creare un piano di produzione accettabile per l’EA in modo che il budget possa essere raggiunto attraverso il finanziamento della campagna per avviare la crescita.

US McKee non ha ancora annunciato quando questa nuova puntata inizierà in Saga. “American McKee’s Alice” è stato rilasciato esclusivamente per PC nel 2000, utilizzando la tecnologia di ID Tech3 e il suo rilascio a E.A. Prendi il controllo, utilizzando un vecchio sistema di gioco del sistema operativo.

Potresti essere interessato a: Il creatore di Fortnight evita di sospendere i commenti contro l’evento LGBT

Nel 2011, gli utenti di PC, Xbox 360 e PlayStation 3 hanno potuto godersi “American McKee’s Alice: Madness Returns”. La storia racconta di come un incendio nella villa della famiglia Little abbia provocato il caos, lasciando Alice sola a sopravvivere. Alice, rinchiusa come una matta per anni, inizia a sottoporre le visioni del “Paese delle Meraviglie” all’assalto di una forza misteriosa che minaccia la sua intera esistenza.

45 secondi è un nuovo mezzo, non esitare a condividere il nostro articolo sui social network per darci un forte impulso. 🙂