Ebbene sì: è passato più di un anno da quando ho acquistato il mio Microsoft Lumia 950XL. Siete curiosi di sapere come va? Di sapere com’è andata? Dopo un anno, sono ancora soddisfatto dell’acquisto?

Innanzitutto guardate il video: ho usato i miei unici due giorni liberi di Dicembre (liberi da qualsiasi impegno), quindi non solo dovete dire che vi piace anche se non è vero, ma lo dovete guardare tutto e poi vi interrogo!

Un anno fa (o quasi) avevo recensito il Lumia 950XL ed avevo fatto delle considerazioni personali molto precise: non è un device per tutti, è un device per gli appassionati di Windows 10 Mobile.

Dopo un anno, Windows 10 Mobile è diventato esso stesso un Sistema Operativo per pochi irriducibili appassionati e Insider. Ma anche no.

Nel tempo, complice anche il lavoro che faccio (per chi non lo sapesse: faccio il commesso in un negozio di elettronica, reparto telefonia…) ho capito che Windows è per un target consumer ben preciso. Non lo vendo ai ragazzi: so già che cercheranno Social e Giochi che su Windows 10 Mobile spesso non ci sono o arrivano dopo. Oppure non lo consiglio a chi vuole uno smartphone per far tutto. Spesso il target ideale è chi con lo smartphone non vuole fare niente: chiamate, messaggi, WhatsApp e forse un po’ di Facebook. Di solito sono i clienti più soddisfatti (ma lo sarebbero in qualunque caso). Ovviamente estremizzo: sappiamo bene che con Windows 10 Mobile si può fare molto, che chi conosce bene questo OS fa tutto quello che fanno gli altri (con app secondarie o di sistema etc.) ma non è che posso star lì a discutere con la gente… Vi assicuro comunque che di Lumia, nel mio negozio, se ne vendono (ovviamente non tanto quanto Huawei, iPhone e Samsung) ma direi sicuramente più di quel che la gente pensa (e l’indice di soddisfazione è abbastanza alto).

Nel video dico che non esiste un OS per tutti, ma se c’è un OS che sicuramente abbraccia l’esigenze della maggior parte delle persone, quello è Android: ha le app e ormai anche sulla fascia medio/bassa si comporta in maniera decente (come fa notare anche R. Laterza nel suo diario). Non è perché Android è meglio, ma è semplicemente un susseguirsi di eventi storici in cui Microsoft ha giocato in ritardo e male (WP7 con troppe restrizioni, WP8 pure, 8.1 c’eravamo quasi e 10 che non è arrivato su tutti i device ed è decisamente più “pesante” da far gestire alle macchine attuali, trattandosi praticamente dello stesso OS che gira su Desktop) e di Google che invece ha giocato bene proponendosi come alternativa ad iOS, con un OS sin da subito completo e che dopo anni e anni di fix è riuscito anche a non essere un totale colabrodo com’era invece nei primi anni. Ci piace Windows 10 Mobile, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Vincenzo_Camuccini_-_La_morte_di_Cesare_(cropped)

Ma torniamo seri: un anno fa, al momento della recensione, Facebook non aveva ancora rilasciato la sua app ufficiale, Instagram pure (mi pare) e stessa cosa per Messenger. Sono arrivate, un po’ lente ad aprirsi (colpa di Osmeta, non del nostro sistema operativo, ma poco cambia all’utente finale). Nessuna usa, al momento, una qualsiasi mezza novità, come ad esempio le notifiche interattive, ma utilizzano tutte e tre Continuum (e anche bene). Ma queste le faccio vedere bene nel video. Insomma, ci sono, sono uguali a quelle di iOS (o quasi) ma non hanno nulla che le renda “esclusive” per Windows 10 Mobile.

Poi WhatsApp: è ancora la versione per WP8 e, come tutte le app in Silverlight (quindi non sviluppate espressamente per Windows 10 Mobile), non ha prestazioni ottime (cosa che invece hanno le UWP: Office, Outlook e anche quelle di terze parti).

In realtà, qualsiasi applicazione se ripresa dal background si apre in tempo zero (si vede nel video) quindi: non chiudetele!

Di app nuove, comunque, ne sono arrivate parecchie, tante sono sparite, tante sono arrivate (monche o fatte alla “membro di segugio” tipo Amazon: su tutti gli OS è una webview ma almeno lo mascherano molto meglio, potrebbero farlo anche sul nostro OS ma probabilmente non hanno voglia di dedicarci risorse più di tanto).

Windows 10 Mobile è sempre più completo, sempre più stabile (non stabilissimo come i precedenti, ma decisamente meglio rispetto ad un anno fa!).

Pensate il nervoso che ho avuto quando ho scoperto (poche ore prima che scrivessi questo articolo) che il controller della Xbox One S (che è anche Bluetooth) viene riconosciuto da Windows 10 Mobile, che potrei usarlo tranquillamente per giocare anche in modalità Continuum ma posso farlo realmente solo con un titolo (un gioco UWP nemmeno troppo bello…). Ora, perché Microsoft non dice a Gameloft (dato che Asphalt, ad esempio, va già su PC con qualsiasi metodo di input: touch, tastiera o joypad che sia) e gli ricorda che nella versione per Mobile può fare lo stesso? E perché, una volta che Gameloft, EA e altri grandi produttori (che già sviluppano spesso per Windows 10 Mobile) hanno fatto il loro compito, non fanno una bella campagna marketing?

Beh, ok, ora puntano al business… tzé…

Ah, nel video spiego anche cosa si intende per business, e vi assicuro che ho conosciuto vari sviluppatori che fanno quello che ho detto…

Comunque io sono davvero soddisfatto, faccio davvero (bene) tutto quello che voglio fare e che farei se avessi un Android o un iOS come telefono principale (e di fatto li ho e li uso esattamente come uso il Lumia, anzi, in alcuni casi mi ritrovo a fare cose con il Lumia che ad esempio non riuscirei a fare su iOS allo stesso modo o a causa di restrizioni dell’OS).

Ah, e Cortana! “Hey Cortana” funziona bene: attacco al Bluetooth della macchina, cerco vie, riproduco musica, mando SMS e, quando rispondono, continuo a messaggiare vocalmente, dettando tutto alla mia assistente personale. Anche qui: credo che gli sviluppatori di terze parti avrebbero potuto fare qualcosa di più, ovvero permettere di far fare quello che faccio con gli SMS anche con WhatsApp, Viber (che comunque qualcosa ha implementato…) o Telegram. Cose che, durante quest’anno, sono arrivate su Android e iOS (che però non mi leggono automaticamente gli SMS quando arrivano, come invece fa Cortana).

Microsoft Lumia 950XL: conclusioni un anno dopo (circa)

Il futuro di Windows 10 Mobile ha preso una chiara direzione e tutti aspettano un Surface-Phone che porterà il Verbo di Microsoft in questa terra di pagani. Continuum migliorerà e migliorerà tantissimo soprattutto sui device (Microsoft e non) che usciranno magari nei prossimi mesi. Non è più un OS da considerare “consumer” e non lo sarà nemmeno con il Surface-Phone (così come Surface Pro, SurfaceBook e Surface Studio non lo sono, vendono bene ma non sono certo tra i più venduti in assoluto).

Microsoft punta tutto sui suoi servizi. L’hardware prodotto da Microsoft serve solo a dire: questo è il top per usare i miei servizi.

Al momento Windows 10 Mobile scricchiola se pensiamo all’ultima frase: sappiamo che su iOS e Android Microsoft ha tantissimi servizi. Ma sfatiamo un mito non è vero che le app Microsoft sono meglio sugli altri OS, al più sono a pari livello e diverse su alcune cose, carenti in altre, con più funzioni in rare occasioni.

Come un anno fa torno a dire: Windows 10 Mobile è un “progetto” che Microsoft porta avanti con calma, in disparte, nel buio. Surface Phone sarà il top ma solo quando Microsoft avrà messo a punto tutti i dettagli.

Ad oggi Windows 10 Mobile non è il top tra i servizi Microsoft ma il Lumia 950XL è il top per usare Windows 10 Mobile (o meglio, lo era prima che uscisse HP Elite X3, in quest’ottica credo, pur non avendolo provato, che il podio vada Hewlett-Packard).

Ormai il Lumia 950XL ha un prezzo decisamente più basso rispetto ad un anno fa, io spero che non finisca nelle mani sbagliate, preferirei meno Lumia in giro ma in mano a persone più “consapevoli”, odio la GGGGente che parla a caso.

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]