Dicembre 9, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

“New Era for Science”: per la prima volta una parte di Marte tornerà sulla Terra

Arrivato sul pianeta rosso Lo scorso febbraio, il rover Perseverance della NASA ha finora testato principalmente le sue capacità motorie. Alla fine dei suoi esperimenti, si stava preparando a intraprendere un compito molto importante: raccogliere Marte.

L’intervento comincerà tra due settimane. Per fare ciò, il Rover Jessero andrà all’interno del Maggiore, “Pavimento Grattugiato Smerigliato Grezzo”. In un’area di circa 4 km, la NASA stima che potrebbero esserci strati di roccia più profondi e più antichi provenienti dal cratere in quest’area.

Diligence inizierà il suo lavoro, analizzando una piccola porzione della roccia di colore chiaro nel sito di studio. Se gli scienziati ritengono che sia più interessante, il rover perforerà un piccolo campione di roccia, “della dimensione di un pezzo di calce”.

Una volta raccolto, questo campione sarà analizzato in modo più approfondito a partire da marzo. Quindi, la roccia viene immagazzinata nello speciale contenitore del rover e poi recuperata da un’altra missione. Questo la riporterà sulla terra. Quindi una parte di Marte raggiungerà per la prima volta il nostro pianeta. Una volta nel campus della NASA, il modello può essere esaminato con una precisione ancora maggiore.

La fonte della vita?

Gli scienziati ritengono che il diligente cratere Jessero fosse la sede di un profondo lago 3,5 miliardi di anni fa. Pertanto, i frammenti provenienti da quest’area consentiranno agli scienziati di trovare tracce di vita antica. Ma per ora non sarà così.

“Non tutti i campioni raccolti con diligenza vengono prelevati allo scopo di ricercare la vita antica e non ci aspettiamo che questo primo campione fornisca prove conclusive in un modo o nell’altro”, ha affermato Ken Forley, scienziato del programma di diligenza. “Anche se le rocce in questa sezione geografica non sono le migliori capsule temporali per la materia organica, crediamo che siano esistite sin dalla formazione del Gesero Greater e crediamo che siano incredibilmente preziose nel colmare le lacune nella nostra comprensione.

READ  L'ingegnere aggiusta l'immagine del profilo Xbox 360 di 15 anni

Sebbene questo primo modello non possa determinare se esiste un habitat per la vita su Marte, la sua analisi dovrebbe fornire preziose informazioni sulla composizione chimica e minerale delle rocce in questo abisso. I campioni possono aiutare a determinare se sono vulcanici o sedimentari.

“Agli albori di una nuova era della scienza”

Thomas Zurbuchen, dirigente scientifico della NASA, ha paragonato la missione alla raccolta del primo modello dell’Oceano Pacifico sulla luna di Neil Armstrong nel 1969.

“Ha intrapreso un processo di riscrittura di ciò che l’umanità sapeva della luna. Credo fermamente che il primo modello diligente e i modelli che seguiranno arriveranno su Marte. Siamo al culmine di una nuova era di scoperte e scienze planetarie”, Egli ha detto.

Oltre alla ricerca di possibili segni di vita e alla geografia di Marte, altri importanti obiettivi di diligenza sono il clima (passato e presente Attuale) Nel Pianeta Rosso, così come nella raccolta dati Il primo viaggio umano Per questo.

Per saperne di più: