Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Ogni anno 5 milioni di persone muoiono a causa del caldo estremo e il caldo uccide più persone

Negli ultimi 20 anni, il freddo estremo ha ucciso più vite del caldo. Ma a poco a poco, questa tendenza si sta invertendo a causa del cambiamento climatico.

Uno studio condotto negli ultimi 20 anni Mostra che più di 5 milioni di persone muoiono ogni anno a causa di temperature estreme, calde o fredde. Lo studio ha anche scoperto che il 9,4% dei decessi in tutto il mondo è associato all’esposizione al caldo o al freddo.

Per realizzare questo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati sulla mortalità e 750 aree meteorologiche tra 43 paesi tra il 2000 e il 2019. In queste aree, hanno scoperto che la temperatura media aumentava di 0,26 gradi per decennio. Sebbene i ricercatori abbiano osservato che il freddo estremo uccide più dei climi più caldi, questa tendenza si è invertita a causa del cambiamento climatico.

Il tasso di mortalità è in aumento

Yuming Kuo, un professore della Monash University, uno dei ricercatori, spiega che il tasso di mortalità continuerà ad aumentare: “In futuro, si prevede che le morti legate al freddo continueranno a diminuire, ma poiché le morti legate al caldo continuano ad aumentare, questo significa che ci sarà un punto di rottura”.

Secondo lui, in Europa c’è già un aumento complessivo del tasso di mortalità associato alle temperature estreme. Inoltre, l’Europa orientale è una delle aree più vulnerabili del mondo alle ondate di calore. L’Africa subsahariana, d’altra parte, ha il più alto tasso di mortalità per basse temperature, il che è sorprendente.

Infatti, tali temperature, sia molto fredde che molto calde, possono causare blocco cardiaco o ictus. Nella popolazione più vulnerabile, ma non solo. Secondo Adrian Barnett della Queensland University of Technology, ci sono modi per combatterlo. Ad esempio, possiamo proteggere meglio le case delle persone vulnerabili e installare sistemi di climatizzazione solare off-grid che funzionano anche in caso di interruzione di corrente.

READ  Gli astronomi di ULi asge osservano accidentalmente un pianeta nel sistema Nu2 Lupi (Liegi)

Obblighi climatici e sanitari

Data la situazione, è difficile tenere conto della salute dei cittadini quando si valutano strategie per combattere il riscaldamento globale. Inoltre, a questo proposito, l’Alleanza globale per il clima e la salute Stabilito una classifica dei paesi Coloro che integrano meglio i problemi di salute umana nei loro doveri climatici. L’Australia è l’ultima in questa classifica Tanti gli incendi che hanno colpito il Paese nel 2020.

Paesi come la Nuova Zelanda, il Brasile, la Norvegia e l’Islanda hanno tutti ottenuto un punteggio di 0/15: non hanno mai menzionato la salute umana nelle strategie relative ai cambiamenti climatici. Più in generale, l’Europa ottiene 1/15 punti, gli Stati Uniti salgono a 6/15 e il Regno Unito si comporta leggermente meglio con 7/15. Il Costa Rica è l’unico paese con un punteggio di 13/15 per la salute dei suoi cittadini.

In Australia, siamo ben consapevoli del problema. Lo scorso maggio, più di 60 gruppi sanitari hanno invitato il governo a dare priorità alla salute tra gli obiettivi che l’Australia deve raggiungere nell’ambito dell’accordo di Parigi. Questa tendenza dovrebbe presto diffondersi in molti paesi del mondo.

Leggi anche: