Ora c’è il GATT, quanto impiegherà Fitbit ad aggiornare?

Un breve articolo per una breve considerazione: nell’ultima build Fast Insider di Windows 10 Mobile 15007 è stato aggiunto il protocollo GATT, cos’è? E cosa c’entra Fitbit?

Il protocollo GATT è uno dei protocolli Bluetooth che, per tagliar corto sui tecnicismi, è quello che usa Fitbit per inviare le notifiche (di chiamate, messaggi e poco altro) ai suoi braccialetti fitness.

L’applicazione Fitbit è presente sui dispositivi con OS Microsoft sin dai tempi di Windows Phone 8.1, ovvero da quando venne introdotta la possibilità di creare app per associare i vari braccialetti e smartwatch (in particolare da Update 1, diciamo che se ne parlava già ad Agosto 2014).

Ovviamente c’era (e c’è) la possibilità di inviare ai vari indossabili anche le notifiche: Microsoft Band, Microsoft Band 2, Vector Watch, i tanti dispositivi Garmin e così via ne sono un esempio (ok, non c’è una vasta scelta come su Android ma nemmeno così scarsa come credono alcuni). Sempre ovviamente (con tono sarcastico) Fitbit, una delle marche più vendute ed apprezzate, deve usare l’unico protocollo che manca per fare una cosa che tutti gli altri fanno con protocolli normali: il GATT.

Quindi, fino ad oggi (e se non siete Insider fino ad Aprile) se avete un dispositivo Fitbit, non riceverete notifiche su di esso e lo userete soltanto per sincronizzare i dati raccolti (passi, calorie, battito cardiaco, sonno etc.).

Attenzione: ora c’è il GATT, quanto impiegherà Fitbit ad aggiornare?

Esatto, perché ad oggi potete avere (tramite Insider) GATT, CAN, PANTER, LEOPARD, TOPIN, tutta la fauna del mondo nominata come se foste dei pugliesi incalliti (io e Roc ne sappiamo qualcosa), ma Fitbit funzionerà come prima perché, ovviamente (quante volte ho già usato questa parola), bisognerà aspettare che Fitbit (ora in preda allo shopping sfrenato) aggiorni l’applicazione. Aspetterà Aprile con il rilascio ufficiale di Creators Update o approfitterà dei tanti Insider per raccogliere Feedback sulla propria applicazione?

Speriamo che non si sveglino mesi e mesi dopo il rilascio ufficiale, ma fin’ora è stata un’azienda molto leale al mondo Microsoft, speriamo!

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]