Luglio 5, 2022

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

"Punti" misteriosi e instabili delle dimensioni di continenti sotto la superficie terrestre confondono gli scienziati

“Punti” misteriosi e instabili delle dimensioni di continenti sotto la superficie terrestre confondono gli scienziati

Per molti anni, gli scienziati si sono grattati la testa su due enormi punti di roccia inspiegabile sotto la superficie terrestre.

Diverse teorie sono state avanzate dalla sua scoperta negli anni ’80, comprese le affermazioni secondo cui potrebbe essere enorme Frammenti di un mondo strano.

Ciascuno dei blocchi rocciosi sotto la crosta terrestre ha le dimensioni di un continente e 100 volte più alto del Monte Everest.

Uno è sotto l’Africa e l’altro è sotto l’Oceano Pacifico.

In cerca di risposte, una coppia di esperti ha fatto nuove interessanti scoperte sulle due enormi popolazioni.

Come sospettato, il punto sotto l’Africa si è rivelato molto più alto.

In effetti, è due volte più alto che dall’altra parte del mondo, ed è alto circa 620 miglia.

E non è tutto.

Fondamentalmente, gli scienziati hanno scoperto che la massa delle rocce africane è meno densa e meno stabile.

Non è chiaro il motivo per cui le cose siano andate in questo modo, ma potrebbe essere una ragione per cui ci sono state più eruzioni supervulcaniche nel continente nel corso di centinaia di milioni di anni, rispetto alle loro controparti dall’altra parte.

Questa instabilità può avere molte ripercussioni anche sulla tettonica di superficie terremoti Qian Yuan, dell’Arizona State University, ha detto.

Questi prodotti termochimici – formalmente noti come Large Low Shear Velocity Provinces (LLSVPs) – sono stati studiati osservando i dati delle onde sismiche ed eseguendo centinaia di simulazioni.

Anche se ora sappiamo che entrambi hanno composizioni diverse, non capiamo ancora come ciò influisca sul mantello circostante, che si trova tra il nucleo del pianeta e la crosta.

READ  La Russia lancia una nave mercantile verso la Stazione Spaziale Internazionale

Ancora più importante, non siamo più vicini a sapere da dove provengono questi luoghi misteriosi.

“La nostra combinazione di analisi dei risultati sismici e modellazione geodinamica fornisce nuove informazioni sulla natura delle più grandi strutture della Terra nelle profondità interne e sulla loro interazione con il mantello circostante”, ha aggiunto Yuan.

“Questo lavoro ha implicazioni di vasta portata per gli scienziati che cercano di comprendere lo stato attuale e l’evoluzione della struttura del mantello profondo e la natura convettiva del mantello”.

Così, l’indagine continua.

La ricerca è stata pubblicata in scienze naturali della terra rivista.

Questo articolo è apparso originariamente il Sole È riprodotto qui con autorizzazione.