Spunta in rete un video della prossima build di Windows 10 Mobile

Chi soffre d’ansia è invitato a non leggere questo articolo: al suo interno Outlook e relativo Calendario, nuova app Contatti e Project Spartan.

Il video, in comprensibilissimo Cinese (direi Shangai dall’accento), ci mostra le novità che, forse, verranno introdotte nella prossima build pubblica di Windows 10 per smartphone.

Come potete vedere l’app Contatti è ridisegnata ma d’aspetto leggermente diverso (magari personalizzabile a seconda del tema) rispetto a quello che abbiamo visto qualche giorno fa QUI e nello stesso link potete vedere anche il Calendario. Quest’ultimo è leggermente diverso rispetto a quello integrato in Outlook che vediamo nel video: saranno app separate? O è semplicemente la stessa accessibile da vari punti? Ha cambiato grafica rispetto alle ultime indiscrezioni? Non so, e il mio cinese non è così buono per chiedere informazioni al misterioso figuro che ha fatto il video. Comunque sembra che in Outlook ci sia solo una scorciatoia per aprire il calendario che è comunque separato.

In ultimo vediamo Project Spartan che, a differenza della versione su PC (QUI), mi è parso di capire che non abbia flashplayer e relativa impostazione per disattivarlo. Ripeto: il mio cinese non è affatto così buono e quindi non so dirvi di più.

Tornando ad Outlook possiamo notare che l’app è comunque simile a quella rilasciata su iOS e Android, con la possibilità di scegliere le azioni corrispondenti agli slide a sinistra o destra sulla mail (archivia, posponi, contrassegna o elimina). Ma, non capisco perché, quando escono questi tipi di video, nessuno (anche quando giravano per le precedenti versioni negli anni passati) si pone il dubbio di andare a controllare come funziona tutta la questione degli allegati mail, unica pecca di un client altrimenti fantastico! Ma solo a me interessa?

Vi lascio al video, io ho una voglia pazzesca di provarlo, voi no?

VIA Windows Central

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]