Settembre 26, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Test – Iron Song: Nordic Glamour

Tra i titoli indie attesi quest’estate su PC e Xbox, Song of Iron è sicuramente in cima alla lista di alcuni giocatori. Il titolo del monumento rilassante ci ha sicuramente impressionato con il suo meticoloso movimento artistico … che fa credere solo a metà delle persone. Descrizioni.

Questa estate è stata decisamente impegnativa per i fan dei giochi indie per PC e Xbox. 12 minuti dopo, Craig, The Ascent, Chris Tales e The Door of Death, ecco un altro contendente per il titolo di miglior gioco indie dell’estate. The Iron Song è stato oggetto di molti microfoni sin dal suo annuncio. Artisticamente, il titolo Resting Relic ha qualcosa da dire sulla retina che è affascinata dal suo universo oscuro e dal suo dramma di ombre cinesi.

Artisticamente, il gioco è un vero successo.

Lo studio ha scelto di concentrare i suoi sforzi sul gioco, piuttosto che sulla narrazione che si trova sul sedile posteriore. Simuliamo un esperto guerriero vichingo che si ritrova al centro di un terribile progetto. Non ci sono cuties all’orizzonte, nemmeno qualche breve dialogo doppiato… Iron Song è un’esperienza di gioco minimalista che mette tutto nel suo universo. Perché qui ci sono le meravigliose decorazioni che raccontano una storia, i miti e le leggende locali dei guerrieri vichinghi che un giorno si aggiravano tra le montagne innevate della Scandinavia.

Il combattimento è tecnico, ma non esagerato.

Il gioco Resting Relic prende la forma di battere tutto in 2.5D. I set sono in 3D, ma il giocatore si muove sull’asse laterale. Rispetto alle strade della rabbia, il gioco è tecnico. Qui è necessario imparare a controllare l’evasore e utilizzare lo scudo per bloccare i colpi dei suoi nemici. A tua disposizione: un vasto arsenale di armi, dal cavallo alla spada, dall’arco alla freccia. Ogni tipo di avversario ha i suoi punti deboli. L’arco sarà inefficace contro un nemico armato di scudo. Oltre ad alcuni giocatori, incontrerai anche una varietà di creature dei racconti popolari locali.

READ  Buon affare Samsung Galaxy S21: buona promozione sull'ammiraglia Samsung

Se avesse voluto chiedere prima, Iron Song sarebbe stato più accessibile che soul-like. La morte qui è l’equivalente di pochi secondi di gioco sprecati. La semplicità dei suoi controlli significa che impari a padroneggiare rapidamente le operazioni dell’azienda. Pertanto, potremmo rammaricarci che la difficoltà non sia ancora un po’ più difficile e che il combattimento con i boss sia generalmente meno piccante.

Alcuni panorami sono super.

Tra un combattimento e l’altro, Iron Song trasforma le sessioni di pensiero con i suoi splendidi panorami e alcune scene platform. Non c’è niente di troppo complicato in sé. Tuttavia, meritano di portare un po’ di diversità. Nel complesso, ci dispiace che il gioco sia troppo breve – aspettate circa 3 ore per vedere la sua fine – e che l’avventura si concluda con una nota, che non piace a tutti, ma piuttosto con un cambio di tono. Iron Song è un gioco che crea dipendenza dall’inizio alla fine, e quando il gioco ha molto successo non puoi fare a meno di pensare che con un po’ più di pazienza e mezzi avresti potuto farlo anche meglio. Alcuni aspetti del gioco, come la sua narrazione, sono noiosi. Il gioco è solido, ma soffre di alcune distrazioni. Rollare diventerà presto il tuo miglior alleato perché consentirà al tuo avversario di evitare tutti i colpi e di riprenderlo rapidamente. Anche le offerte sono limitate e la possibilità di correre di nuovo è molto limitata. Per essere un piccolo titolo indipendente, Iron Song è in grado di regalarci un’esperienza di gioco unica che nuota contro un’ondata di produzioni straordinarie, sequenze di gioco spesso stimolanti e un universo affascinante.

READ  L'avventura di The Witcher 3 non è finita: si avvicina un DLC per commemorare la serie Netflix
L’arco con le frecce diventerà presto un’arma indispensabile.

Tecnicamente, l’innovazione è anche positiva. La direzione artistica del gioco è fantastica, accettando il tocco grafico unico che conferisce al titolo una personalità unica. D’altra parte, ci dispiace che alcuni pacchetti non abbiano avuto così tanto successo. Quando arriverà il giorno, il gioco sarà un po’ meno bello. C’è una mancanza di dettagli nei modelli di alcuni oggetti come alberi o case sullo sfondo. Musica di grande successo, ma senza doppiaggio, stessa storia legata alla colonna sonora che suona calda e fredda, e i testi sono integrati molto male sullo schermo… si potrebbe dire, il gioco è finito un po’ troppo frettolosamente.

Conclusione

A parte la narrazione per concentrarsi sull’esperienza di gioco, Song of Iron è un gioco fondamentale, in gran parte grazie al suo eccellente movimento artistico e al gioco delle ombre cinesi. Nella pelle di un guerriero vichingo, il guerriero deve trovarsi contro una folla di selvaggi assetati di sangue e cercare di fuggire nella giungla. Classico in questo approccio di genere, il titolo è molto piacevole da seguire con le sue battaglie tecniche, i conflitti contrastanti, l’esplorazione e i siti e, soprattutto, i suoi incredibili panorami durante i viaggi. Non è assolutamente tutto perfetto. Il gioco finisce tra poche ore, il finale è deludente e non possiamo fare a meno di pensare che il titolo sarebbe stato senza dubbio più sorprendente se il suo creatore avesse avuto il tempo di lavorare un po’ di più sulla sua presentazione. Anche l’interfaccia spesso sembra essere stata rimossa. The Iron Song, invece, è un titolo allettante e una grande conquista tecnica per il suo creatore, che ha lavorato praticamente da solo al progetto…