Settembre 28, 2021

Windows Lover

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Thomas Baskett è pronto a lanciare il vuoto dello spazio

A poche ore dal grande salto: per la terza volta nella sua vita, Thomas Baskett si prepara ad andare nello spazio, un “Sognare“Ma è un test fisico straordinario che condivide con l’americano Shane Kimberly.

Nelle prime sei ore delle 12:00 GMT, i due astronauti fluttueranno a gravità zero a 400 chilometri dalla Terra, attaccandosi alla Stazione Spaziale Internazionale, dove installeranno un nuovo pannello solare. Riprenderanno l’attività domenica per stabilizzarsi per un secondo, aumentando così la potenza della nave, costruita nel 1998.

Questo viaggio in più di un veicolo (“E.V.A.“), Tecnicamente senza precedenti, dal momento che sono arrivati ​​alla ISS alla fine di aprile.Piuttosto complicatoPooja Jesrani, responsabile dell’uscita dall’orbita alla NASA, lo ha confermato in una conferenza stampa lunedì.

Attrezzature da un milione di dollari

La paura è che siano anni di lavoro per centinaia di persone, non vogliamo sbagliare e non vogliamo rompere un dispositivo che costa un milione di dollari“, Thomas Pesket ha consegnato il suo libretto sulla Francia Inter.

L’astronauta conosce il terreno ed è stato esaminato due volte durante la sua precedente missione nel 2017, con lo stesso giocatore di squadra. A questo punto i personaggi si capovolgono: sarà lui”EVA1“, Shane Kimbero”EVA2“.

Il numero 1 è il cuoco totale. Ora non sono giovane“, ha commentato l’astronauta 43enne.”Non vedo l’ora che Thomas sia in questo ruolo e sia un buon supportoIl suo collega di 54 anni ha twittato.

Durante il movimento i meccanici condivideranno i compiti e danzeranno brillantemente dalla NASA. Obiettivo: Disponi i pannelli solari sul lato sinistro della ISS, come un campo da calcio alla fine del mastodonte.

READ  Presentazione degli abbonamenti a pagamento agli account influenti di Twitter

Sintomi “La nuova generazione“, Consegnato in forma compatta dal carico, già attaccato all’esterno della nave. Thomas Basket recupererà 350 chilogrammi di materiale, che verrà poi spostato da un braccio robotico, andrà con la stazione e lo invierà al suo fianco.

Se le gambe sono appese a mano, sveleranno il pannello e i suoi 19 metri di lunghezza.

Provando il giorno. “Un EVA è come correre 100 metri per la durata di una maratona“, Spiega all’AFP Herv Stevens, che è responsabile della formazione per queste crociere per l’Agenzia spaziale europea (ESA).

Lavorare in muta da sub è molto difficile. Tutti i sensi sono limitati, non abbiamo abilità con i guanti: impugnare un attrezzo è come premere una pallina da tennis, sei volte centinaia di volte“, Descrive l’istruttore.

Nonostante il basso livello di visione, gli astronauti sono sempre un “Consapevolezza del proprio ambiente oltre la vita quotidiana“.

Per non parlare dell’imbarazzo: con il tempo di produzione, sono bloccati in uno scafandro per dieci ore,tazza di latta“, Solo con una piccola tasca d’acqua da bere.

Un “perché non rischiano di cadere nel vuoto”Tre sicurezza“, Compreso il cavo che li collega permanentemente alla stazione, ostacola la visione onirica del film”Gravità“Eseguito nella vita reale, promette l’esperto.

Non ti senti come se stessi costantemente rischiando la tua vita

D’altra parte, possono verificarsi anche eventi complessi o pericolosi come la perdita della tenuta dello scafandro se si verificano danni da micro meteoriti.

Come sperimentato dall’italiano Luca Permitano nel 2013, anche il sistema di raffreddamento e il sistema di ventilazione possono fluire.

READ  Samsung mira a creare schermi pieghevoli per molti dei suoi concorrenti

Una bolla d’acqua si è conficcata nella parte posteriore della sua testa, non riusciva più a sentire, e ha dovuto rallentare quando è uscito. Potrebbe essere annegato“, dice Herv Steven.

Non ti senti come se stessi costantemente rischiando la tua vita“, testimonia Thomas Basket, per il quale”E.V.A.“Una rappresentazione”Sogno nel sogno“. Anche se lo è.”Non troppo orgoglioso“Per la prima volta ha lasciato le sue dita fuori dalla nave.

Il resto va bene, e abbiamo l’idea che dovrebbe essere aggiustato facendo girare una grande palla sotto i nostri piedi. Per il mio primo giro, Shane mi ha detto + di guardarmi intorno + perché non abbiamo alzato il naso dalle maniglie. Lì proverò a farlo“.