Un fastidioso bug affligge il Windows Phone Store: aiutateci a debellarlo

Ci sono piccoli insetti che di tanto in tanto si pongono tra noi e la tecnologia. Volgarmente chiamati “bug“, gli errori sistematici che vanno a ledere la nostra esperienza utente in modo più o meno rilevante, sono sempre in agguato. È questo il caso di un problema che affligge il Windows Phone Store, di cui io stesso sono stato vittima in prima persona in più occasioni.

wp_ss_20150310_0008

Il bug si manifesta in seguito ad un dato aggiornamento di una app che, fallendo senza una ragione specifica, porta all’errore c101a7d1 o all’errore 80004005 quando si tenta di reinstallare l’applicazione incriminata: in sostanza, si assiste ad un reset della licenza con la conseguente impossibilità di portare a termine correttamente le due operazioni da parte dell’utente senza acquistare nuovamente la app in questione.

I nuovi acquirenti invece non risentono del problema (potrebbero tuttavia esserne interessati in futuro), ma quest’ultimo rimane per tutti gli altri anche se si tenta di reinstallare la app manualmente da windowsphone.com. Questa soluzione consente l’installazione solo della versione di prova e quindi lo Store richiede comunque di acquistare nuovamente l’app se si vuole usufruire della versione completa. L’ipotesi è quella che lo Store inspiegabilmente percepisca certi aggiornamenti non come tali, ma come se si trattasse della pubblicazione di una nuova app, poiché il certificato originale non viene più riconosciuto.

wp_ss_20150310_0005

Serve urgentemente una soluzione definitiva che vada da un lato a mettere la parola fine alla vicenda per il futuro e dall’altro a sistemare la situazione nei confronti di coloro che ne sono già colpiti. È possibile in molti casi risolvere la questione contattando il Supporto Ufficiale di Microsoft, ma in altri, come nel caso delle app ottenute tramite promozioni gratuite, ciò non è contemplato.

In queste settimane diversi sviluppatori sono stati ingiustamente oggetto di lamentele da parte di utenti che si sono trovati inermi davanti ad una app acquistata o ottenuta in promozione, non più sfruttabile pienamente come gli spetterebbe di diritto. I developer non c’entrano nulla, perché il problema è a monte e solo Microsoft può risolverlo. Vi esortiamo quindi a fornire il vostro supporto a questa istanza su uservoice.com, affinché la problematica passi rapidamente sotto gli occhi di chi di dovere e venga sistemata con la dovuta celerità.

Ne avete mai sofferto?

FONTE: UserVoice

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates