WhatsApp: manca poco alle chiamate in arrivo anche per Windows Phone?

Avvisate i vostri amici con Android: non siete maleducati, non rispondete perché ancora non siete abilitati!

Dato che Windows 10 non è ancora “usabile” nel quotidiano, ho deciso di sfruttare un po’ di più gli altri due telefoni: il famoso iPhone 5 e il famoso Moto G (due telefoni per sopperire alla mancanza di uno). Proprio su quest’ultimo stavo spulciando un po’ quali contatti hanno già le chiamate abilitate.

Fino a ieri, o qualche giorno fa al massimo, tutti i miei amici con Windows Phone e iPhone (compresi i miei numeri alternativi), non comparivano nella lista delle persone raggiungibili.

Oggi scopro che ci sono e, sorpresa, parte la chiamata! Squilla invano per ore ma dall’altra parte nessuno riceve nulla. Né iPhone, né Windows Phone.

photo_2015-04-13_15-07-41

Cosa ancora più curiosa è chi ha la beta (paradossalmente ferma alla 2.11.686.0 mentre la stabile è 2.11.688.0) non può essere “chiamato” ed appare il messaggio “l’utente deve aggiornare bla bla bla” (non compare nemmeno in lista, ho tentato di chiamare partendo dalla chat).

Direi che non manca molto, finalmente gli utenti Apple e gli utenti Windows Phone non si sentiranno più esclusi da questa cav… ehm… utilissima funzione!

PS: Roc, poi ci sentiamo su Skype!

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]