Windows 10 FCU ama il tuo smartphone…Android ed iOS

Windows 10 Desktop ha recentemente ricevuto la nuova build Insider Fast 16251 che ha il compito di avvicinare ancor di più a se gli smartphone Android ed iOS.

Microsoft negli ultimi anni si sta sempre più muovendo verso nuovi scenari. Se un tempo affiancare la parola Windows a quella Linux risultava essere una blasfemia, al giorno d’oggi sta diventando quasi una cosa nota…e non scherzo. Nel corso di questi anni abbiamo visto Microsoft sviluppare sistemi Open Source, app con codice pubblico ed porgere la propria mano a piattaforme concorrenti, come Android ed iOS.

La build 16251 ed il grande passo

Pochissimi giorni fa, più precisamente il 26 luglio, Microsoft ha rilasciato ai suoi utenti “Beta” la build fast numerata 16251. In questo nuovo aggiornamento, oltre alle varie modifiche grafiche che mamma MS sta introducendo consuetamente, è stata introdotta anche una particolare voce in Impostazioni. Il nome di quest’ultima è Phone.

Essendo possessore di uno smartphone Windows ho subito pensato “Microsoft è tornata finalmente a pensare a me creando una sezione dedicata esclusivamente al mio Lumia!”…ma sfortunatamente non è stato così. Prima di giudicare, ecco un pezzo della presentazione:

Oggi chiediamo ai nostri utenti Windows di aiutarci a testare questa esperienza utilizzando i loro telefoni Android ed iPhone. […] Subito dopo aver installato la build di oggi, recatevi in Impostazioni > Telefono e collegate il vostro telefono. Dopo averlo collegato, Phone si assicurerà che la sessione del PC continui sul vostro smartphone per creare una continuità. Dopo aver aggiunto il tuo telefono, riceverete un SMS che ti indirizzerà alla pagina d’installazione dell’app “Microsoft Apps” per Android (adesso anche per iPhone) che completa il collegamento tra il vostro telefono e il PC e abilita uno dei nostri primi scenari di navigazione cross device.

La spiegazione scritta sopra è abbastanza chiara, ma ci tengo a spiegarvela ancora meglio. Grazie a Phone ed a Microsoft Apps sarete in grado di collegare il vostro smartphone Android o iPhone al PC, sincronizzare le app (come visto al Build 2017), inviare comandi (apri fotocamera, etc) e creare una vera e propria continuità. In parole povere, Microsoft vuol creare una funzionalità simile al “Continua esperienza app” nata su Windows 10 Mobile ed abbandonato.

Questa impostazione Phone non supporterà gli smartphone Windows 10 Mobile, dando ancora una volta priorità ai sistemi operativi concorrenti rispetto a quello proprietario. Se avete già installato la nuova build, vi sarete resi conto che ancora i settaggi per questa sezione sono veramente minimi, ma si evolveranno con le prossime build.

Cortana, Microsoft Edge ed Android

Dato che per Microsoft nulla è mai abbastanza, negli ultimi giorni è arrivato anche un nuovo aggiornamento per Cortana for Android che introduce una nuova ed importante funzionalità. Infatti, se avete Cortana attiva sul PC Windows 10 ed installata sul vostro smartphone Android (con lo stesso account ovviamente), l’assistente vocale made in Redmond sarà in grado di memorizzare le pagine web visitate su Edge dal vostro computer e condividerle sullo smartphone.

In pratica, se io visito 3 siti tramite Edge sul mio PC o Tablet Windows, aprendo Cortana su Android potrò vedere la lista delle pagine visitate. Per chiarirvi ancor di più le idee, ecco una foto:

 

Conclusioni (?)

Microsoft sta lavorando molto per questo suo Windows 10 FCU, introducendo tante novità grafiche e funzionalità per renderlo migliore. Cerca di allontanare gli utenti iOS da MacOS, gli utenti Android da Linux, e gli utenti Windows Mobile? Mah.

Il Surface Phone, come detto in più occasioni, sarà qualcosa di mai visto, di innovativo, ma l’innovazione non può creare terreno da sola. Ad oggi, si sta creando sempre più una linea di confine fra gli OS Windows, mettendo il desktop sul podio ed il mobile nello sgabuzzino. Windows 10 Mobile sarebbe potuto essere un sistema operativo perfetto (ed al giorno d’oggi potrebbe ancora esserlo) ma come può Microsoft pensare di implementare funzioni escludendo totalmente i suoi telefoni?

Negli ultimi tempi, Joe Belfiore stesso ha chiarito che su Mobile non arriverà mai Windows on ARM e che ci sarà sempre un Windows Mobile, ma un sistema operativo con uno 0.3% di share, escluso dallo sviluppo da parte della casa madre e che si basa su tesi infondate, potrà subire una crescita improvvisa solamente grazie alla presentazione di un device? Nessuno lo sa. Nel frattempo io continuo ad utilizzare il mio Lumia 550 finchè mi dura, sperando di non ricevere qualche altro colpo mancino dal grande capo.

Fonte

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Perrone
Una macchina può fare il lavoro di cinquanta uomini ordinari, ma nessuna macchina può fare il lavoro di un uomo straordinario.